I Cesaroni 2 da domani su Canale 5

I Cesaroni 2 da domani su Canale 5

I Cesaroni 2 dal 1° febbraio su Canale 5

    Il cast de I Cesaroni 2 (foto Luca Bruno per AP- Il Messaggero)

    Con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia (l’esordio era previsto per la scorsa settimana) I Cesaroni approdano domani alle 21.10 (facciamo 21.30) su Canale 5 per la seconda serie della loro fortunata fiction. La presentazione ufficiale si è tenuta ieri a Milano, per sottolineare la natura nazionale del prodotto, non solo “romanesca”. Come annunciato, cast familiare confermato e numerose guest star: dalla squadra della Roma a Raoul Bova, Alena Seredova e Maria De Filippi nel ruolo di “loro stessi” e la partecipazione di Alessandro Gassman.

    Claudio Amendola (Giulio) ed Elena Sofia Ricci (Lucia) sono pronti a riaprire le porte della loro affollata casa al pubblico di Canale 5 che potrà seguirli per 13 settimane (26 puntate) ogni venerdì, a partire da domani 1° febbraio. Con loro a fare gli onori di casa e di bottiglieria ci saranno tutti i protagonisti della prima edizione (da Antonello Fassari a Max Tortora, da Matteo Branciamore ad Alessandra Mastronardi) e qualche volto nuovo.
    La già scombinata vita della famigliona allargata dei Cesaroni, infatti, verrà resa ancor più difficile dall’arrivo di un nuovo gruppo familiare, i Barilon, che diventeranno loro vicini di casa e di bottega. A discapito del suo cognome, il capofamiglia Antonio Barilon, prontamente soprannaminato “Sant’Antonio da Padova“, non farà concorrenza diretta alla bottiglieria dei fratelli Giulio e Cesare Cesaroni ma aprirà di fronte al loro frequentatissimo locale un negozio di articoli sanitari, che mal si sposa con lo scanzonato clima, un po’ caciarone e molto goliardico, della vineria.
    Due mondi opposti quelli dei Cesaroni e dei Barilon: al “volemose bene” tipicamente romano incarnato dai Cesaroni si contrappone, infatti, la meticolosità, la pignoleria e il rigoroso ossequio della legge cui si ispira la famiglia Barilon, che metterà di certo in difficoltà i rumorosi vicini, salvo, pensiamo noi, apprezzarne nel tempo le qualità e cambiare un po’ il proprio atteggiamento nei confronti della vita.

    Se il tono genereale resta quello della commedia, la storyline principale ruoterà ancora sulle sfumature del rosa, ovvero sulla storia d’amore tra Eva (Alessandra Mastronardi) e Marco (Matteo Branciamore), che avevamo lasciato in procinto di partire insieme per le vacanze.

    Claudio Amendola spiega così il successo della serie: “Credo sia legato al fatto che parliamo di problematiche proprie di ogni famiglia, di cose che accadono in ogni casa”. Gli fanno eco Elena Sofia Ricci (“Siamo tutti un po’ Cesaroni“) e i due giovani protagonisti, Alessandra e Matteo, che leggono così i propri ruoli: “Credo che i nostri personaggi piacciono perché molti adoloscenti si riconoscono in noi. Siamo ragazzi non mucciniani, più puliti, come sicuramente lo sono la maggior parte di quelli della nostra età”. Un successo quello dei personaggi di Eva e Marco che ha spinto la casa editrice Sperling e Kupfer a pubblicare, in contemporanea con la messa in onda della fiction, Il Diario Segreto di Eva e Marco, sulla scia di quanto fatto per Scusa, ma ti chiamo amore, per il quale è uscito il diario del backstage del film.

    I Cesaroni hanno conquistato soprattutto il pubblico giovane: il 44% degli spettatori tra gli 8 e i 14 anni guarda la serie, percentuale che scende al 25,48% nella fascia 25-54 anni. Complessivamente il 22,65% del totale individui ha seguito la prima serie e si prepara a seguire la seconda.

    La scelta di presentare questa seconda edizione a Milano è dovuta alla necessità di “superare certi campanilismi”, ha detto Amendola, “abbiamo voluto sottolineare che è una fiction italiana, non solo romana. Per la terza serie andremo a Palermo“. Parola di Giulio Cesaroni.

    892

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI