I 57 Giorni: Luca Zingaretti è Paolo Borsellino nel film tv in onda su Rai Uno

I 57 Giorni: Luca Zingaretti è Paolo Borsellino nel film tv in onda su Rai Uno

I 57 Giorni: stasera su Rai Uno il film tv su Paolo Borsellino con protagonista Luca Zingaretti

    paolo borsellino 57giorni raiuno

    Alla vigilia del ventennale della strage di Capaci (23 maggio 1992), in cui morirono Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, Rai Uno trasmette stasera in prime time I 57 Giorni, film tv coprodotto da Rai Fiction e Compagnia Leone Cinematografica per la regia di Alberto Negrin con uno straordinario Luca Zingaretti nei panni del giudice Paolo Borsellino: un commovente racconto sugli ultimi giorni di vita e lavoro del magistrato della Procura di Palermo ucciso insieme ai suoi agenti di scorta (Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina) nell’attentato di via d’Amelio del 19 luglio 1992, esattamente 57 giorni dopo la morte dell’amico e collega Giovanni Falcone.

    I 57 Giorni, il film tv diretto da Alberto Negrin sulla sceneggiatura di Francesco Scardamaglia e interpretato da Luca Zingaretti (attualmente impegnato sul set dei 4 nuovi episodi del Commissario Montalbano in onda l’anno prossimo), ricorda i due magistrati simbolo della lotta alla mafia caduti nella strage di Capaci e nell’attentato di via d’Amelio e racconta come Paolo Borsellino ha vissuto il suo drammatico conto alla rovescia. Il giudice siciliano, infatti, sapeva che dopo la morte del suo amico fraterno Giovanni Falcone sarebbe toccato a lui e per questo ha iniziato subito una corsa contro il tempo per arrivare alla verità. Al centro della storia ci saranno soprattutto la sua vicenda umana e i rapporti con la moglie Agnese e con i tre figli Fiammetta, Lucia e Manfredi.

    Nel film, infatti, il Borsellino pubblico e privato si intrecciano indissolubilmente: C’è un indissolubile intreccio tra le due realtà che produce, senza alcun artificio, una crescente sequenza di momenti di alta commozione, a volte di tensione e a volte di allegria e comicità perché Paolo Borsellino era un uomo dai sentimenti delicatissimi, estremamente allegro, ironico e generoso, sempre – ha spiegato il regista Negrin Quando mi è stato proposto di dirigere questo film su Borsellino mi sono immediatamente chiesto che senso potesse avere fare ancora un altro film su un personaggio che era già stato raccontato piuttosto bene sia in tv che al cinema.

    La risposta mi è arrivata dopo aver letto le prime dieci pagine della sceneggiatura scritta da Francesco Scardamaglia, dieci pagine che mi hanno scaraventato ‘dentro’ l’uomo Paolo Borsellino con una leggerezza e un equilibrio che raramente mi è accaduto di riscontrare in una scrittura cinematografica.

    Nel cast anche Lorenza Indovina (Agnese Borsellino), Enrico Ianniello (Antonio Ingroia), Davide Giordano (Manfredi Borsellino), Rori Quattrocchi (la madre di Borsellino) e Andrea Tidona (Giammanco).

    L’appuntamento con I 57 Giorni è per stasera alle 21:10 su Rai Uno.

    509