House chiude perché Hugh Laurie è stufo? Il protagonista smentisce

House chiude perché Hugh Laurie è stufo? Il protagonista smentisce

House chiude alla fine dell’ottava stagione perché Hugh Laurie è stanco, nel senso di stufo, di lavorare nello show? I siti americani si interrogano, l'attore smentisce

    hugh laurie stufo di house

    House chiude alla fine dell’ottava stagione perché Hugh Laurie è stanco, nel senso di stufo, di lavorare nello show? La bomba è stata lanciata da alcuni siti americani, che hanno letto male – o forse volutamente male interpretato – un intervista che l’attore britannico ha rilasciato al Telegraph una settimana fa, nella quale l’attore spiegava (scherzando, secondo il Telegraph) che ‘ci sono poche cose che ad una persona piace fare per 16 ore al giorno tutti i giorni, incluso il sesso e una cena raffinata, di certo non interpretare lo stesso personaggio. Centosettanta episodi sono abbastanza, valgono almeno 50-60 film, ora di dire basta, veramente‘. Una frase anche comprensibile, ma ripresa dal NY Post in maniera ‘equivoca’, causando la reazione di Laurie che ha accusato i giornalisti di fare il loro lavoro in maniera molto meno passionale e ‘severa’ di quanto non faccia lui.

    A pochi giorni dall’annuncio della fine di House allo scadere dell’ottava stagione, diventa un caso in America l’intervista che l’attore ha (o avrebbe) rilasciato al Daily Telegraph, nella quale l’attore – in maniera scherzosa, secondo il giornalista – avrebbe detto che ci sono poche cose nella vita che alle persone piacerebbe fare 16 ore al giorno, tra queste non il recitare lo stesso personaggio: ‘Siamo su un nastro trasportatore – ha spiegato Laurie secondo il Telegraph – bisogna venire al lavoro tutti i giorni, avendo fatto 170 episodi di House è come aver fatto 50-60 film, a volte hai veramente bisogno di una pausa‘. In qualche modo il Telegraph fa capire che Laurie – che per ogni episodio di House guadagna 400.000 dollari – sentiva che fosse il mondo di lasciare, ‘uno show – avrebbe detto l’attore – dipende finanziariamente dal trovare i telespettatori tra i 18 e i 49 anni, ho passato i 49 quindi forse non sono più desiderabile per la tv, e sono in pace con questa cosa‘.

    Se da un lato ci sta che Laurie provi un po’ di sollievo per la fine di House – da quando lo show è cominciato, nel 2004, l’attore si è di fatto trasferito in America, a 6.000 miglia di distanza dalla moglie Jo e dai suoi tre figli, rimasti in Inghilterra – riprese in America le dichiarazioni dell’attore hanno creato un mezzo caso diplomatico, considerando che il NY Post ha titolato l’intervista con ‘Hugh Laurie: ero stufo di lavorare’, facendo capire tra le righe che se la serie ha chiuso è per colpa della poca voglia del protagonista di continuare ad intepretare il burbero Gregory.

    Alcuni giornali, ovviamente insoddisfatti della dichiarazione che abbiamo rilasciato la settimana scorsa, hanno fatto capire che la verità – un modo di dire giornalistico per non è assolutamente la verità, ma farà abbastanza clamore, quindi scriviamola – dietro la nostra decisione è quella che io ero stufo di andare al lavoro‘, ha scritto Laurie a TV Guide, aggiungendo che le prove a sostegno di questa cosa sarebbero ‘una dichiarazione che ho fatto cinque anni fa su un argomento differente‘.

    Lasciatemi dire – scrive l’attore – che io amo il mio lavoro, e lo faccio molto più duramente di quanto molti giornalisti non facciano il loro: come abbiamo spiegato nel comunicato stampa, abbiamo deciso di chudere per conservare un po’ della misticità del personaggio: probabilmente avremmo potuto continuare con una formula diversa – mandare House a lavorare in un negozio di scarpe – ma nessuno voleva questa cosa, volevamo continuare a lavorare con la stessa band e andarcene con dignità. Grazie a questa rivelazione gretta, sembra un piano meschino, ma che diamine, dovevo dire le cose come stanno, e come direbbe House, tutti mentono‘.

    724