House 8, David Shore spera che Cuddy ritorni e dice: “Lo show comunque non cambierà”

David Shore spera che Lisa Edelstein torni nell'ottava stagione di Dr House almeno per un paio di episodi, ma è preparato all'eventualità peggiore e assicura che la qualità dello show non cambierà

da , il

    lisa edelstein e david shore house 8

    David Shore spera che Lisa Edelstein torni nell’ottava stagione di Dr House, ovviamente non a tempo pieno, ma per almeno un paio di episodi che possano chiudere lo storyline della Cuddy e fare così felici i fan. La brutta notizia è che ora come ora questa è una beata speranza, “siccome ora come ora non c’è niente che ci dica che tornerà, dobbiamo comportarci come se non la rivedremo“, ha spiegato l’autore ad EW.com.

    Nonostante il mancato rinnovo del contratto che ha portato all’addio dell’attrice, David Shore spera che Lisa Edelstein riappaia nell’ottava stagione di Dr House, visto che il season finale della settima stagione, sebbene possa spiegare l’addio della Cuddy, è stato girato prima che si sapesse del suo addio e quindi lascia delle cose in sospeso. “Avrei pensato un finale diverso se avessi saputo che Lisa non avrebbe rinnovato il suo contratto“, ha spiegato David Shore ad EW.com.

    L’autore non sa dire in cosa il finale della settima stagione sarebbe stato differente, ma di sicuro avrebbe avuto un focus maggiore sul personaggio che desse un senso di chiusura alla storia: “Ora come ora – ha spiegato Shore in merito ad un potenziale ritorno della Edelstein – ci comportiamo come se non dovesse tornare, ma potrebbe essere interessante riaverla per un paio di episodi, chiudere lo storyline della Cuddy farebbe felici i fan, ma siccome ancora niente ci dice che tornerà, dobbiamo comportarci come se non la rivedremo“.

    Quasi sicuramente, come già successe al momento dell’addio dei tre storici assistenti di House nella quarta stagione, Shore spiega che è probabile che “qualcuno prenderà il suo posto: dipende da come si svilupperanno le cose, ma probabilmente saranno più di uno“, per mentre quanto riguarda una spiegazione sull’addio della Cuddy, Shore ha detto che sta decidendo, insieme al suo staff, quale sia la decisione migliore da prendere.

    Non che – come ha spiegato lo sceneggiatore Peter Blake – la decisione della Edelstein di lasciare House complichi le cose, “la cosa difficile sarebbe stato decidere cosa fare con Huddy se lei fosse rimasta nello show. Invece adesso la cosa difficile è aver perso un personaggio importante di cui raccontare la storia, i fan sanno che noi sceneggiatori non abbiamo niente a che fare con il suo addio, ma questo ci complica la vita visto che la relazione Cuddy-House è uno dei motivi per cui le persone guadavano lo show“.

    Ma che i telespettatori possano perdere interesse in Dr House è una cosa che Shore esclude, “House non cambierà né sarà differente, scrivo sempre cose che trovo interessanti e continuerò a farlo, abbiamo un team di sceneggiatori veterani e non lasceremo snaturare House dopo otto anni. Si tratta di trovare qualcosa di nuovo che affascini i telespettatori, trasformare gli ostacoli in opportunità: amavo la Cuddy e Lisa – ha detto Shore – ma la cosa si è conclusa e ora guardiamo avanti, stiamo parlando proprio in queste ore dell’ottava stagione per capire cosa fare e ci impegneremo con tutti noi stessi per fare una grande stagione“.

    L’addio della Edelstein non è l’unica cosa a preoccupare i fan: Hugh Laurie nei giorni scorsi ha spiegato come, ora come ora, l’ottava stagione è per lui l’ultima, ma Shore ha replicato di non sapere cosa succederà in futuro: “Devo parlarne con lui, Hugh deve decidere, poi io dovrà parlare con gli sceneggiatori e saremo noi a dover decidere. Ma se questa sarà l’ultima stagione, vogliamo che sia una cosa grande, e se non sarà l’ultima stagione, vogliamo comunque che sia una grande stagione“. Per quanto riguarda Olivia Wilde, invece, l’attrice ha una brillante carriera cinematografica ma Shore conferma/spera che “tornerà per almeno parte della stagione: vogliamo che ci sia quanto più possibile“, ha concluso lo sceneggiatore.