Hell’s Kitchen Italia 2014: i concorrenti tra loft à la Amici e cricche da Grande Fratello

Hell’s Kitchen Italia 2014: i concorrenti tra loft à la Amici e cricche da Grande Fratello

Prima puntata del 18 aprile 2014 di Hell's Kitchen Italia 2014

    La nostra intervista a Carlo Cracco l’aveva svelato: i concorrenti di Hell’s Kitchen Italia 2014 non parlano solo di cucina, ma il cooking show cede al reality che ricorda i ragazzi di Amici nel loft, a Real Time, e l’isolamento da dure prove à la Grande Fratello. Nella prima puntata di ieri sera – 17 aprile 2014 – il Ramsay all’italiana, Carlo Cracco, in una vera e propria maratona trita-cibo per SkyUno, ha messo in riga i concorrenti, divisi in due squadre, alle prese con piatti, gioie e le prime eliminazioni: ad abbandonare la cucina (e la casa) di Hell’s Kitchen Italia, tra i sedici concorrenti in gara, è stata Lorena.

    E SkyUno non resta a guardare, spingendosi verso la generalista, anche nei primi difetti narrativi. Eh già: al montaggio impeccabile a cui SkyUno ci ha già abituato con gli ante-fasti di MasterChef e Junior MasterChef, Hell’s Kitchen Italia pecca di ciò che manca nella gran parte dei reality degli ultimi tempi: sono tutti uguali, con pochissimi guizzi autoriali (la storia del telefono che squilla e giù, via in cucina, è roba vecchia!).

    Per il resto niente di così diverso da quanto già visto ante Hell’s Kitchen Italia: assaggi, prove al cronometro, severità e cattivismo concentrati in un unico personaggio che stronca tutti. Forse la prova più interessante, dopo il rischio eliminazione per quattro concorrenti, è apparsa la prova d’appello, una sorta di remake di un piatto già preparato da Carlo Cracco; cambia il nome, è vero, ma chissà se la sostanza non sia la stessa. I contendenti sono bendati, meglio non vedere!

    In effetti, il cast non è così avvincente come quello delle altre produzioni televisive culinarie già viste a SkyUno.

    Più che sul talento, pare chiaro, gioca su alcuni soggetti pronti a diventare personaggi, ecco il reality che avanza a discapito dello show: è il caso di Amelia, napoletana in cucina con collana di perle e tacco 10 o Rosario, dal pianto facile alla prima stroncatura e dal papillon birichino.

    Se Canale5 si accende finalmente anche d’estate è evidente che il pressing di SkyUno comincia a farsi sentire: ha una seconda serata, E poi c’è Cattelan, più soddisfacente di quella di altri lidi, no? Chissà che un giorno non ritroveremo Gabriel Garko tra i fornelli, nudo, e non censurato, come in Rodolfo Valentino, la leggenda.

    495

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI