HBO rinnova Eastbound & Down e Bored To Death e ordina The Naked Truth

HBO ha rinnovato la comedy Eastbound & Down e la crime comedy Bored to Death per una terza stagione ed ordinato il remake della serie israeliana The Naked Truth sceneggiata e prodotta da Clyde Phillips

da , il

    eastbound and down e bored to death rinnovate da hbo

    HBO ha rinnovato la comedy Eastbound & Down e la crime comedy Bored to Death per una terza stagione, entrambe sono state rinnovate per un numero non specifico di episodi (presumibilmente per un numero di episodi compreso tra i sei ed i dieci). Una buona notizia per i fan, che arriva dopo i buoni ascolti fatti registrare nei giorni scorsi, in calo comunque rispetto alle premiere (1.7 milioni per la comedy e 1.1 per la serie con Jason Schwartzman; nei giorni scorsi si è arrivati a 1.1 e 1 milione). Se si considera anche il rinnovo di Boardwalk Empire, insomma, HBO ha rinnovato tutta la lineup della domenica sera.

    Oltre ai rinnovi, HBO ha dato anche il via libera al remake del crime drama israeliano “The Naked Truth”, ad occuparsene l’ex showrunner di Dexter Clyde Phillips che sarà sceneggiatore e produttore esecutivo della serie assieme a Lionsgate, incentrata su un distretto di polizia di una metropoli della costa Est che si troverà ad investigare la scomparsa della figlia teenager di una ricca e famosa famiglia, un caso che avrà implicazioni non solo per la famiglia, ma per la stessa polizia e per l’infrastruttura politica della città

    La serie israeliana (creata da Uri e Benny Barbash) si concentra in particolare sugli interrogatori e sulle stanze adiacenti alla stanza degli interrogatori, quella di Phillips sarà invece più ‘tradizionale’ agli standard americani con numerose location anche se tutte interne (e perlopiù girate all’interno del commissariato): “Sarà uno show sui poliziotti che incontrano delle persone nel loro giorno peggiore – spiega lo sceneggiatore a Deadline – un’esplorazione della middle class e delle sfide che tutti affrontiamo, una storia drammatica su una famiglia in tempi di crisi, e di come tutti facciano i conti con questa cosa”.

    Se a molti il concept israeliano ricorda molto In Treatment (altra serie HBO tratta da un format israeliano; in realtà però The Naked Truth israeliano è ambientato in poche stanze per motivi di budget e non per effettiva predisposizione degli autori che comunque si adattano) Phillips spiega di preferire il paragone con ER, con molti set interni e intensi drammi personali.