HBO: Ewan McGregor per ‘Le Correzioni’, revamping per Taxi 22 con James Gandolfini

HBO scrittura Ewan McGregor per il pilot drammatico tratto da 'Le Correzioni' di Jonathan Franzen e pensa al revamping per Taxi 22 con James Gandolfini

da , il

    ewan mc gregor the corrections hbo

    Colpaccio di HBO, che ha scritturato Ewan McGregor per il pilot drammatico tratto da “Le Correzioni” di Jonathan Franzen; per l’attore, star di pellicole quali Trainspotting e Star Wars, si tratta del primo ruolo regolare in tv, anche se visto il cast stellare che la rete sta mettendo insieme, crediamo proprio non si accorgerà di non lavorare al cinema. E sempre su HBO si torna a parlare di Taxi-22, remake di una comedy franco-canadese, con probabile protagonista James Gandolfini.

    Ewan McGregor apparirà in un ruolo regolare nel pilot The Corrections, tratto dall’omonimo romanzo di Jonathan Franzen che verrà adattato per la tv da Noah Baumbach insieme al romanziere (i due sono anche produttori esecutivi insieme a Scott Rudin). Nello show, lo ricordiamo, vedremo due premi Oscar come protagonisti (Chris Cooper e Dianne West), nel ruolo di madre e padre della disfunzionale famiglia Lambert, originari di una piccola città del Midwest americano: la madre apprensiva Enid, il marito in pensione Alfred, e i tre figli Gary, Chip e Denise, cresciuti dai genitori correggendo ed evitando qualsiasi deviazione dal ‘giusto’.

    Nel romanzo, il marito comincia a mostrare i primi sintomi di un Parkinson che preferisce ignorare, la moglie vuole radunare i figli per un ultimo Natale insieme. Grazie al desiderio di Enid, che ben presto diventerà ossessione, conosceremo così Gary, dirigente di banca, vittima di una depressione strisciante e di una moglie infantile, Denise, chef di successo con una discutibile – secondo i canoni lambertiani – vita privata, e Chip, interpretato da un Gregor, al suo primo ruolo regolare in tv (anche se nel 1997 fu nominato agli Emmy per una comparsata in ER) che sarà un professore universitario con idee marxiste espulso dall’università dove lavorava per una trsca con una studentessa, che ora lavora con un mafioso lituano che vuole frodare una serie di investitori americani.

    Non sappiamo invece quanto il ‘revamping’ di Taxi-22 sia positivo per Hung, per sceneggiare nuovamente il pilot è stato infatti chiamato Brett C. Leonard, nello staff creativo del dramedy HBO, prodotto da e al 90% con protagonista James Gandolfini nel ruolo di un tassista di New York City politicamente scorretto e senza peli sulla lingua. L’attore ex Soprano, che dopo la fine dello show di David Chase ha continuato a lavorare per HBO, ha in canna anche Big Dead Place, tratta dall’omonimo libro di memorie di Nicholas Johnson scritto in seguito alla sua esperienza come ricercatore del Programma Antartico degli Stati Uniti, e descritta come drammatica, ma con ampie dosi di umorismo nero.