Happy Days: morto Bob Brunner, creatore del nomignolo Fonzie e del ‘salto dello squalo’

Happy Days: morto Bob Brunner, creatore del nomignolo Fonzie e del ‘salto dello squalo’

E' morto a 78 anni Bob Brunner, autore di Happy Days, passato alla storia per aver creato il nomignolo 'Fonzie' e aver ideato l'infelice scena del 'salto dello squalo'

    Happy Days: morto Bob Brunner, creatore del nomignolo Fonzie e del 'salto dello squalo'

    E’ morto Bob Brunner, autore e produttore dell’indimenticata comedy Happy Days, andata in onda per dieci anni sulla rete americana ABC. Secondo quanto riporta il sito The Hollywood Reporter, lo sceneggiatore è deceduto il 28 ottobre scorso in seguito ad un infarto. E’ rimasto famoso per aver dato vita al soprannome di ‘Fonzie’ e per aver partorito l’idea dell’infausto ‘salto dello squalo’.

    Era il 1974 quando sullo schermo comparve Arthur Herbert Fonzarelli (Henry Winkler) che, con la sua giacca di pelle e le mosse da conquistatore, sarebbe passato alla storia televisiva come Fonzie. Non tutti sanno che fu proprio Bob Brunner, all’epoca uno degli sceneggiatori della sitcom, ad affibbiargli questo soprannome, insieme al tipico intercalare con tanto di pollici alzati.

    Ma se Brunner si è gloriosamente preso il merito del nomignolo, leggenda vuole che si sia anche assunto la colpa dell’ormai tristemente noto ‘salto dello squalo’, risalente al 1977. Nel primo episodio della quarta stagione, Fonzie si recava a Hollywood e veniva coinvolto in una gara di sci d’acqua da un ragazzino del posto. Il personaggio di Winkler si assicurò la vittoria saltando letteralmente sopra a uno squalo nel mezzo dell’oceano, con indosso la sua inconfondibile giacca di pelle.

    Da quel momento l’espressione ‘saltare lo squalo’ è divenuta parte del gergo telefilmico e indica il momento in cui una serie tv mette in scena qualcosa di talmente assurdo e surreale da aver passato ogni limite e aver perso di credibilità.
    Nonostante ciò, c’è da dire che quel salto dello squalo venne seguito da 30 milioni di americani e che Happy Days continuò ad essere trasmesso per altre sei stagioni.

    Brunner iniziò la sua carriera come agente pubblicitario, lavorando con gente del calibro di Tony Bennett e Louis Armstrong, per poi passare alla scrittura televisiva.

    Tra i suoi primi lavori ci fu la partecipazione come autore alla comedy La strana coppia, basata sulla commedia di Neil Simon e sulla sua trasposizione cinematografica del 1968 con Jack Lemmon e Walter Matthau. Lavorò anche alla comedy Laverne & Shirley, nata come spin-off di Happy Days e andata in onda dal 1976 al 1983. Nel 1979 fu invece produttore esecutivo delle serie tv Brothers & Sisters e Working Stiffs. Inoltre, nel 1999 collaborò alla sceneggiatura di Un amore speciale, film con Juliette Lewis e Diane Keaton.

    Bob Brunner aveva 78 anni e lascia tre figli e sei nipoti.

    457

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI