“Hannah Montana è mia”, sceneggiatore fa causa alla Disney

“Hannah Montana è mia”, sceneggiatore fa causa alla Disney

"Hannah Montana? E' una mia creazione"; e così, lo sceneggiatore Richard Fronduto ha fatto causa alla Disney (che al momento non ha emesso nessun comunicato di risposta) affermando che lo show con protagonista Miley Cyrus è basato su una sceneggiatura da lui scritta nel 1990

    Hannah Montana

    Hannah Montana? E’ una mia creazione”; e così, lo sceneggiatore Richard Fronduto ha fatto causa alla Disney (che al momento non ha emesso nessun comunicato di risposta) affermando che lo show con protagonista Miley Cyrus è basato su una sceneggiatura da lui scritta nel 1990.

    La denuncia è arrivata mercoledì alla Corte Superiore della Contea di Los Angeles, e nei documenti presentati Fronduto sostiene che Hannah Montana è in realtà basata su una sceneggiatura da lui scritta che avrebbe dovuto diventare uno show dal titolo “The Secret Life of Sindi“, o “The Family Business“.

    Secondo quanto affermato dallo sceneggiatore, l’idea fu presentata agli executives della Disney, che furono entusiasti dello script e chiesero a Fronduto di trasformare l’idea in un episodio pilota da due ore; nella documentazione presentata mercoledì si legge che Fronduto avrebbe trovato molte somiglianze tra il suo pilot, poi scartato, e lo show di Hannah Montana, una su tutti il fatto che anche lo show del ricorrente era incentrato su una teenager dalla doppia vita, ragazza normale e pop star, per non parlare del padre single che avrebbe fatto da manager alla protagonista.

    Oltre alla scritta “Creato da Richard Fronduto” su tutte le future pubblicazioni e messe in onda di Hannah Montana, lo sceneggiatore chiede anche i danni, ma di certo un precedente in tal senso lascia poche speranze: da quando la serie con Miley Cyrus è diventata un successo globale, in molti – a torto o a ragione – provano a rivendicare ciò che – dicono – è una loro creazione.

    E’ il caso di tale Buddy Sheffield, altro sceneggiatore che, nel 2007, fece causa alla Disney affermando di essere il creatore dello show: di quella causa si sono perse le tracce, ma in questa nuova paiono tutti molto agguerriti. “Il mio cliente, ha detto l’avvocato di Fronduto, tale Jerome L. Ringler, ha presentato già molti reclami alla Disney, appropriatasi del suo lavoro senza né credits né pagamenti, come invece avrebbe dovuto fare come da contratto con la Writers Guild of America firmato anche dalla Disney“.

    437