Guerra in Siria, studio distrutto dopo una lite tra ospiti di un talk show

Guerra in Siria, studio distrutto dopo una lite tra ospiti di un talk show

da , il

    Giornalisti giordani sfasciano lo studio televisivo

    La tragedia della guerra in Siria fa una vittima imprevista: uno studio televisivo. La lingua sarà incomprensibile ai più, le immagini non lasciano spazio all’immaginazione: durante un dibattito dai toni in crescendo, i due giornalisti passano dalle parole ai fatti e distruggono la scenografia dello studio televisivo.

    Un tavolo distrutto, calci, il conduttore preso a ‘tavolata’ in faccia: la guerra in Siria è una tragedia devastante, eppure non si può fare a meno di sorridere (un pochino) vedendo le immagini che arrivano dalla tv giordana, dove Shaker Al-Johari e Mohammed Al-Jayou, due famosi giornalisti ospiti del talk show “Tra opposte opinioni” sul canale 7Stelle, hanno finito per prendersi a botte, con tanto di calcione rifilato da un giornalista all’altro.

    I due discutono della guerra in Siria e, come si vede nel video, l’atmosfera si fa via via più tesa con accuse reciproche: secondo Repubblica, Al-Jayou definisce il suo collega “deviante” perché sostiene i ribelli, mentre Al-Johari replica con un sonoro “corrotto dal regime di Assad“.

    Dopo aver distrutto il tavolino (con tanto di botta in faccia al conduttore che tenta di riportare la pace), i due arrivano quasi ad accapigliarsi, per poi venire separati – non prima di aver distrutto metà scenografia – dai tecnici della tv.