Grillo Vs. Grillo: su Netflix lo show del comico – politico

Secondo quanto confermato da un portavoce, il mattatore genovese approderà sulla piattaforma streaming con lo spettacolo del 2015: si tratta di un viaggio alla scoperta della sua vita.

da , il

    Grillo Vs. Grillo: su Netflix lo show del comico – politico

    Grillo Vs. Grillo è in arrivo su Netflix. Il nuovo show del comico e politico leader del Movimento 5 Stelle sarà presto rilasciato sulla piattaforma streaming on demand ormai attiva in Italia dal 2015. Il comico ha riportato sulla scena lo spettacolo del 2015, registrato lo scorso 12 dicembre 2016 presso il Teatro Politeama di Genova, sua città natale. A confermare la voce, uno dei portavoce di Netflix; non si sa ancora, però, la precisa data di uscita.

    Sarà Grillo a debuttare su Netflix con lo show ‘Grillo Vs. Grillo’, lo spettacolo partito per la prima volta nel 2015 e registrato lo scorso 12 dicembre 2016 a Genova. Si tratta di ‘un uomo diviso tra le due identità, un caso disperato, una mutazione genetica’, una storia schizofrenica dell’uomo diviso tra il mondo della comicità e quello della politica. Si tratterà più specificamente un caso clinico, disperato, tragicomico. Non mancheranno altri temi da sempre cari a Grillo, quali quelli legati all’ambiente, all’economia, all’evoluzione tecnologica, la battaglia contro le automobili e l’inquinamento.

    La storia tende a ripercorrere la mutazione genetica in cui il protagonista farà di tutto per poter prendere in mano nuovamente la propria vita e la propria identità. Questa la missione che il comico – politico genovese ha messo in scena con lo spettacolo, proposto al pubblico per la prima volta nel 2015.

    ‘Voglio far crollare quelli a cui sto sulle palle. Se faccio ridere il grillino va bene, la sfida è far ridere tutti gli altri. Capisco subito chi ho davanti, dagli sguardi’. Queste le parole del Grillo, comico nato e cresciuto in un quartiere popolare di Genova che inizia la propria carriera tra la musica e lo show comico. Durante lo spettacolo, inevitabile sarà parlare della nascita del partito che ha fondato una volta entrato in politica e del quale ne è tutt’ora leader, il Movimento 5 Stelle.

    Grillo, Il comico televisivo

    Beppe Grillo

    Forse, più che comico, sarebbe meglio definire Grillo ‘provocatore’.

    Grillo ha cominciato la carriera da comico , nonché quella televisiva, improvvisando un monologo davanti ad una commissione Rai ed, in particolar modo, davanti a Pippo Baudo.

    E’ stato il talento mischiato alla fortuna ad aver regalato a Grillo una carriera da ‘showman’ duratura nel tempo.

    Sono state numerose le ospitate in alcuni dei programmi TV più in voga dell’epoca che hanno contribuito a fare di Grillo un vero e proprio personaggio televisivo: le prime apparizioni lo hanno reso protagonista di ‘Secondo voi’ e ‘Luna Park’.

    La notorietà è cresciuta a seguito della partecipazione a ‘Domenica In’, una grande opportunità in cui registrano picchi di ascolti. Successivamente ha condotto due suoi programmi, quali ‘Te la do io l’America’ e ‘Te lo do io il Brasile’, entrambi diretti da Enzo Trapani: nel corso di questi format si impegnò a raccontare l’esperienza del viaggio, per l’appunto, negli Stati Uniti e in Brasile.

    Era il 1978 quando Beppe Grillo presentò il Festival di Sanremo assieme a Stefania Casini, Maria Giovanna Elmi e Vittorio Salvetti: sul palco dell’Ariston tornò in futuro svariate volte in qualità di comico. E’ probabilmente nel Festival del 1989 che Beppe Grillo si è affermato definitivamente nel mondo dello spettacolo.

    L’anno successivo alla conduzione di Sanremo, il comico presentò un altro programma al fianco di Loretta Goggi, ‘Fantastico’.

    Con la carriera che incrementa e la popolarità che aumenta, Grillo ha iniziato a trattare temi sempre più scottanti e sempre più vicini alla politica, diventando protagonista di svariate liti con qualche esponente di partito che, in qualche modo, si è sentito ‘chiamato in causa’.

    Uno dei primissimi momenti epici che incoronano Grillo ‘provocatore’, è stato durante il varietà televisivo del sabato sera ‘Fantastico 7′, durante il quale il comico fece una battuta sul Partito Socialista e sul segretario Bettino Craxi. In seguito al fatto, il comico venne allontanato dalla scena televisiva per un breve periodo.

    Sempre più attivista e difensore di alcune importanti cause, nel 2009 Grillo decide di dedicarsi alla politica e di entrarvici senza mai tralasciare, però, lo spettacolo ed il teatro.

    Grillo, Il politico

    ITALY POLITICS VOTE GRILLO

    E’ il 2009 quando Grillo decide di candidarsi alle elezioni primarie del Partito Democratico dal quale, però, gli viene negata l’iscrizione.

    E’ questo ad aver portato il comico a fondare un proprio partito nell’autunno dello stesso anno: ‘Il Movimento nazionale a Cinque Stelle’, fondato assieme all’imprenditore Gianroberto Casaleggio.

    Preso dall’enfasi e dall’esaltazione iniziale, Grillo ha saputo conquistare alcune delle più grandi piazze italiane nel 2013 portando avanti una lunga campagna elettorale.

    Da ricordare sono i suoi discorsi sia da comico sia da politico, caratterizzati sin dall’esordio da un’intensa partecipazione e da toni colorati, ma sempre e comunque molto coinvolgenti.