Grey’s Anatomy, Lost, Casalinghe e Ugly Betty: il Television Critics Association Tour della ABC

Grey’s Anatomy, Lost, Casalinghe e Ugly Betty: il Television Critics Association Tour della ABC

Television Critics Association Tour denso di appuntamenti in casa ABC, visto che E! sforna un reportage concentrando le varie serie della ABC (Grey’s Anatomy, Lost, Desperate Housewives e Ugly Betty) ed i sei “big-boss” (rispettivamente Shonda Rhimes Damon Lindelof e Carlton Cuse, Marc Cherry e Silvio Horta

    Television Critics Association Tour denso di appuntamenti ma non di molte news in casa ABC, visto che E! sforna un reportage concentrando le varie serie della rete (Grey’s Anatomy, Lost, Desperate Housewives e Ugly Betty) ed i sei “big-boss” (rispettivamente Shonda Rhimes, Damon Lindelof e Carlton Cuse, Marc Cherry e Silvio Horta). Di seguito, gli appunti più o meno spoilerosi/interessanti delle prossime

    shonda rhimes
    Shonda Rhimes, Grey’s Anatomy

    • La mamma di Grey’s ha confermato di essere in buoni rapporti professionali con Katherine Heigl, e che lo storyline di Izzie nella prima parte della stagione era pensato in maniera da essere comico-medico, mentre nella seconda metà non è stata troppo presente su sua richiesta (impegnata a girare un film, anche se ha insistito per essere presente nella serie): “Quello che i media hanno scritto riguardo la sua non candidatura, ha spiegato Shonda, è solo una parte della storia, non sempre si sa quello che c’è sotto la superficie”.

    • Una possibile futura relazione tra Callie O’Malley (Sara Ramirez) e Erica Hahn (Brooke Smith)? Shonda si è mostrata possibilista, spiegando che “racconteremo la storia di Callie ed Erica in maniera divertente, interessante e meravigliosa. Sono molto entusiasta per questo, e amo sedermi al tavolo con la GLAAD e parlare di donne che scoprono di essere lesbiche in età ‘tarda’ e cosa questo significhi. Penso che saremo capaci di trovare qualcosa di grande, umoristico e allo stesso tempo serio, e penso che la storia tra le due avrà conseguenze anche sulle vite di chi lavora all’interno dell’ospedale“.

    cuse lindelof lost
    Damon Lindelof & Carlton Cuse, Lost

    • La domanda principale posta ai due è come si regoleranno con un pezzo di cast sull’isola e un pezzo fuori dall’isola: i due, fedeli alla loro fama criptica, hanno risposto che si stanno ponendo “intensamente il problema”, e che si potrebbe risolvere la cosa “separando i personaggi sia geograficamente che emotivamente

    • Interrogato in merito alla morte di Harold Perrineau/Michael, morte che l’attore ha preso assai male adducendo motivi razziali, Damon Lindelof ha risposto che “abbiamo ucciso un sacco di gente bianca nel corso dello show, quindi il suo omicidio può essere visto come una questione di pari opportunità; e, dirò di più, posso garantivi che un sacco di altra gente bianca verrà uccisa nel corso della quinta stagione“.

    • A proposito di quinta stagione, “sarà un anno complicato, ha spiegato Lindelof, è come ‘Le due torri’ (Il Signore degli Anelli, ndr), una stagione che ci porta a quella finale.

    Sappiamo molte cose di quello che faremo nella sesta stagione, lo sappiamo da lungo tempo, ma la vera sfida sarà utilizzare quello che sappiamo per rendere lo show ancora più eccitante, perché rendere lo show noioso sarebbe la cosa peggiore che potremmo fare a Lost”.

    cherry marc, desperate
    Marc Cherry, Desperate Housewives

    • Indovinate un po’ da dove Marc Cherry ha preso l’idea di ambientare la quinta stagione delle Casalinghe 5 anni nel futuro? Bravi, proprio da Lost (tanto che Cuse, scherzando, gli ha detto che potrebbe anche mettere un orso polare nel futuro di Wisteria Lane): “Cinque anni, ha spiegato Cherry, sono un tempo perfetto per avere un buon impatto sulla sceneggiatura“, senza contare che le attrici non dovranno ‘invecchiare’ troppo…”anche perché la cosa migliore per trattare con gli attori/personaggi, è far finta che siano persone reali“.

    silvio horta
    Silvio Horta, Ugly Betty

    • Riguardo la terza stagione di Ugly Betty, Horta ha spiegato che “sarà incentrata sul crescere, non scriveremo sceneggiature ‘da bambini’, e Betty affronterà dei grandi cambiamenti nella sua vita“.

    919

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI