Grey’s Anatomy, Law & Order: SVU, Parenthood: casting e novità

abc, grey's anatomy, kaley cuoco, serie tv americane, serie tv mediche, Law-e-Order-SVU, parenthood, waiting to die, Michaela McManus

da , il

    Kaley Cuoco

    Finale col botto da due ore per Grey’s Anatomy, che oltre a Debra Mooney (Everwood) e Liza Weil (Una mamma per amica) vedrà anche Kaley Cuoco, sempre come guest star!

    L’attrice ha confermato che lavorerà sul set di Grey’s Anatomy a partire da questa settimana, e di non avere idea di quale ruolo interpreterà: “Lo giuro sulla mia vita, ha spiegato ad Ausiello, non ne ho proprio idea perché i dettagli sulla season finale sono tenuti segretissimi fino all’ultimo momento possibile. La mia idea? Interpreterò una paziente”.

    La Cuoco ha anche aggiunto di non aver fatto nessun provino per questo ruolo top secret, “mi hanno chiamato una decina di giorni fa e chiesto se volessi apparire nella serie. Ho accettato al volo, non solo perché sono una grande fan dello show, ma anche perché è da un po’ che non riesco ad ottenere parti drammatiche”.

    Michaela McManus non tornerà nella prossima stagione di Law & Order: SVU: a dare la notizia è TV Guide, secondo cui il personaggio dell’attrice, l’assistente procuratore distrettuale Kim Greylek, che ha lasciato la serie in marzo quando è tornata Alexandra Cabot (Stephanie March), tornerà per altri quattro episodi e poi darà l’addio definitivo. La McManus lo ha detto su Twitter, ma la NBC non conferma.

    Capitolo nuovi pilot, Monica Potter sarà la co-protagonista, assieme a Peter Krause, di “Parenthood”, per cui è stato scritturato anche Sam Jaeger, mentre Bonnie Bedelia è in trattative: la serie NBC, basata sull’omonimo film del 1989, è incentrata su quattro fratelli (Krause, Maura Tierney, Erika Christensen, Dax Shepard) ed i loro genitori (Bedelia, Craig T. Nelson).

    La Potter sarà la moglie del personaggio di Krause, che doveva essere interpretata da Diane Farr, che però era già impegnata in “Californication”; Jaeger (“Eli Stone”) sarà il marito della Christensen, un papà casalingo che ha cresciuto il figlio di 5 anni mentre la moglie faceva carriera.

    Josh Lawson è stato scritturato in “Waiting to Die” (CBS), serie incentrata su due amici che vivono la loro vita senza preoccuparsi di cosa pensano gli altri; Lawson è stato scritturato al posto di Nick Thune, che avrebbe dovuto interpretare uno dei due protagonisti (l’altro è T.J. Miller).