Grey’s Anatomy, le dieci scene strappalacrime secondo EW

Grey’s Anatomy, le dieci scene strappalacrime secondo EW

I momenti più tristi di sette stagioni di Grey's Anatomy secondo Entertainment Weekly: tanta seconda stagione, molti episodi finali di stagione

    In sette stagioni Grey’s Anatomy ci ha regalato una quantità notevole di lacrime. Scene legate alle numerose storie d’amore (Meredith e Stranamore, Izzie e Karev, Izzie e Denny Duquette) o ai momenti clou di ogni puntata o perché no la morte dei pazienti. I momenti più strappalacrime di uno dei medical drama più amati in Italia e negli Usa sono stati raccolti da Entertainment Weekly, dopo il salto la top ten di questi momenti. Molti dei momenti sono contenuti nel video di apertura sulle note della tristissima 9 Crimes di Damien Rice… (che fa anche parte della colonna sonora dello show) preparate i fazzoletti!

    Al decimo posto, Entertainment Weekly mette Alex Karev. Karev si può amare o odiare, su questo i fan di Grey’s Anatomy non hanno nulla da dire, ma quando il dottore interpretato dall’ex modello Justin Chambers viene lasciato dalla fidanzata Ava è uno dei momenti più tristi della serie ideata da Shonda Rhimes. Peccato che Alex dopo essersi confidato a Izzie, ci finisca al letto, ma questo è un altro paio di maniche. Ecco la foto tratta dall’ultimo episodio della quarta stagione Freedom:

    alex karev izzie stephens

    Al nono posto, Entertainment Weekly mette il difficile rapporto fra Meredith e il padre Thatcher Grey. La relazione è da sempre stata molto tesa sin dall’inizio, il ruolo involontario della protagonista della serie di Shonda Rhimes nella morte della matrigna non ha certo aiutato a far decollare il loro rapporto. Nessuno però si sarebbe mai aspettato di vedere il padre di Meredith schiaffeggiarla, le lacrime del personaggio principale della serie Grey’s Anatomy non sono state le uniche. Ecco la foto tratta dall’episodio, l’ultimo della terza stagione L’altro lato della nostra vita:

    meredith thatcher grey

    La relazione tumultuosa fra Burke e Cristina arriva al numero otto. Il rapporto fra Cristina Yang e il chirurgo interpretato da Isahiah Washington ha avuto molti alti e bassi, ma la tenerezza della fine dell’episodio Negare, negare, negare della quarta stagione ci ha fatto piangere e non poco. Il volto disperato di Cristina mentre lo guarda e Burke, così impeccabile nel suo collo alto, che la conforta è uno dei momenti più tristi della loro storia. Ecco un’immagine dell’episodio:

    burke cristina yang

    La morte del padre di George O’Malley è stata molto triste e occupa il settimo posto della classifica del sito di Entertainment Weekly. L’intera storia del decesso del padre di George ha fatto versare molte lacrime, ma l’apice è stato raggiunto alla fine del dodicesimo episodio della terza stagione, Sei Giorni: Seconda parte: Cristina, che non è mai stata molto amica di George, si avvicina a lui e gli parla del “club dei papà morti“. “Mi dispiace che tu sia entrato a far parte di questo club“, mentre gli stringe la mano. Ecco lo sguardo sconsolato di George:

    morte del padre di george

    Al sesto posto c’è un altra scena di un episodio tratto dalla seconda stagione di Grey’s Anatomy. L’episodio è il diciassettesimo Codice Nero, andato in onda subito dopo il Super Bowl del 2006, e qui per chi non lo ricorda c’è uno dei pazienti con una bomba sull’addome. Nella seconda parte dell’episodio c’è da una parte la squadra di artificieri guidata da Kyle Chandler esplosa in aria in mille pezzi, dall’altra George che aiuta un’impaurita Bailey a dare alla luce il suo primo figlio. Ma in molti si sono commossi anche per il ricordo di Derek del primo bacio con Meredith: “È stato un giovedì mattino. Tu indossavi la maglietta della Darmouth quella con il buco sulla schiena e sul collo, ma ti stava benissimo. Ti eri appena lavata i capelli e profumavi di fiori. Ero in ritardo per un intervento e mi hai detto che ci saremmo visti dopo, poi ti se avvicinata e hai messo la tua mano sul mio petto e mi hai baciato. Dolce. È stato veloce, come se fosse un’abitudine, come se l’avessimo fatto tutti i giorni della nostra vita.

    Poi sei tornata a leggere il giornale e io sono andato al lavoro. Questa è stata l’ultima volta che ci siamo baciati“. Ecco un’immagine dell’episodio, anche se a noi questo momento non è poi piaciuto così tanto:

    meredith derek bacio

    A metà classifica di EW c’è di nuovo il Dottor Stranamore. E come scrive la rivista “se lui piange, tutti piangono”. L’episodio è il numero 17 della terza stagione, Una specie di miracolo, in cui Meredith è appesa fra la vita e la morte ed è inutile dire che è uno di quelli che ha fatto piangere di più i fan dello show ideato da Shonda Rhimes. In lacrime il Dottor Stranamore, interpretato da Patrick Dempsey, dice: “Sa nuotare, è un’ottima nuotatrice“. In quell’istante, Derek scopre quanto sia depressa Meredith e quanto sia stato inutile perché non è riuscito a farla stare meglio. Ecco la foto della “cadaverica” dottoressa Grey e le lacrime di Stranamore:

    le lacrime di stranamore

    Fuori dal podio uno dei momenti più drammatici di sette stagioni di Grey’s Anatomy: il momento in cui Meredith capisce che il John Doe con il volto sfigurato che sta curando è in realtà George. Stiamo parlando della fine della quinta stagione nel tremendo cliffangher che ha lasciato con il fiato sospeso tutti i fan dello show. Qualche minuto prima, George aveva disegnato sulla mano di Meredith la cifra 007: si era guadagnato questo soprannome nel corso della prima stagione e ha deciso di scrivere il numero a Meredith così potesse sapere che era lui il John Doe che stava curando (il personaggio interpretato da T.R. Knight sarebbe poi morto). Quel momento e la scena dell’ascensore hanno veramente messo a dura prova le nostre ghiandole lacrimali! Ecco la scena:

    morte di george

    Medaglia di bronzo per il finale della sesta stagione, l’episodio Vivere o morire aveva parecchie scene
    lancinanti
    e la puntata in sé era concepita come un’esplorazione dello choc e della tristezza. Durante l’episodio della sparatoria al Seattle Grace si è passati dal dire “Oddio, che triste” al “Non ce la farò mai a riprendermi dalle lacrime che sto versando“: il momento scelto è uno dei più strappalacrime di tutto l’episodio. Quando Bailey ha scoperto che gli ascensori erano bloccati all’inzio la mitica Miranda era terrorizzata, poi è crollata… e ha stresso a sé Charles: ha cullato il medico morente e gli è stata accanto negli ultimi momenti della sua vita.

    bailey death and all his friends

    Non solo dottori, molte storie strappalacrime hanno anche riguardato le morti dei pazienti a Grey’s Anatomy, spesso molto tristi che ci hanno mandato a tappeto quasi quanto i decessi dei medici del Seattle Grace. Eccetto quella di Bonnie nella puntata Dentro di te come un treno, come suggerisce il titolo Bonnie e Joe sono due vittime di un deragliamento di un treno. Si tratta di uno dei migliori episodi (il sesto della seconda stagione) drammatico in modo eccezionale nella miglior maniera possibile – e Monica Keena (storica April in Dawson’s Creek) ha dato a Bonnie una dolcezza innocente che ha reso la morte del suo personaggio ancora più toccante: ”Credi nel paradiso?”, sussura Bonnie poco prima che i dottori le tirano via il palo che si trova in mezzo al suo addome. In quell’istante si inizia a piangere come delle Maddalene, già perché mentre Bonnie muore, Meredith – che nel frattempo si trovava a dover lottare con la sindrome d’abbandono – era l’unico medico che lavorava ancora su di lei: “E lei?“, urla piangendo. A questo punto Derek dice al fidanzato di Bonnie le sue ultime parole: ”Se l’amore fosse abbastanza, lei starebbe ancora qui con te“. Diteci come si fa a smettere di piangere! Ecco la foto di Bonnie e Joe:

    into you like a train bonnie

    È nella seconda stagione anche il momento più triste di sette stagioni di Grey’s Anatomy. Dal momento in cui Denny Duquette (interpretato da Jeffrey Dean Morgan) è entrato al Seattle Grace sapevamo che prima o poi sarebbe morto. Ma dopo la storia del Lvad, la proposta di nozze e il ballo dell’ospedale… è stato davvero troppo. L’abbraccio straziante di Izzie Stephens al suo Denny rimarrà negli annali di Grey’s Anatomy come momento più triste di tutta la serie. Ecco la foto e subito dopo il video:

    izzie denny duquette

    1804