Grande Fratello 13, selezioni durissime da Mediaset: ‘Servono al reality’

Grande Fratello 13, selezioni durissime da Mediaset: ‘Servono al reality’

Tempo di cambiamenti al Grande Fratello 13

    Ilary Blasi alla guida del Grande Fratello 13

    Il Grande Fratello 13 non sarà mandato in onda su Canale 5 quest’anno, ma sulle selezioni, i casting e i concorrenti sembra che gli autori abbiano già le idee chiare. Mai come nella scorsa edizione – o forse sì, nell’annata di Mario & co. – si è assistito alla presenza di personaggi tanto forti quanto assolutamente insignificanti: Rudolf Mernone, per esempio, ha voluto abbandonare il gioco, accusando chiunque (e pur essendo consapevole della penale prevista in caso di recessione dal contratto, sin dagli inizi); Amedeo sarà ricordato da tutti come una lagna umana, per via dei suoi continui piagnistei; Danilo Novelli ha prima lasciato per la ragazza, poi se n’è pentito e infine l’ha lasciata (in realtà, la verità è un’altra). Non è stato, insomma, un anno particolarmente felice, visto che poi si son aggiunti problemi legati alla conduzione e alle scelte di rete. Ebbene, tutto questo non dovrà più verificarsi al Grande Fratello 13. Concorrenti deboli e arrendevoli – e chissà perché anche fidanzati – non saranno accettati: a spiegarlo è stato il vicepresidente Endemol, Leonardo Paquinelli, al quotidiano Il Corriere della sera:

    Sulla crisi del programma Paquinelli non avrebbe potuto esordire diversamente:

    No, no, non è in crisi, il Grande Fratello è vivo e lotta insieme a noi. Il format è fortissimo, va bene in tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Francia. In Italia, abbiamo avuto un’annata storta ma il GF ha ottenuto risultati unici nella storia della tv italiana‘.

    In effetti, l’undicesima edizione è stata fortunatissima: così fortunata che Mediaset ha deciso di prolungare la messa in onda, sfruttando al massimo il carattere di ogni singolo personaggio.

    La pausa può essere salutare – ha spiegato Pachinelli -.

    Serve un’edizione più breve, con meno concorrenti, 15 piuttosto che i 30 dell’ultima edizione in modo che il reality abbia una riconoscibilità più immediata. Poi ci vuole più tempo da dedicare ai casting, che è fondamentale per la scelta dei protagonisti. Infine il GF deve essere più vicino al pubblico, la partecipazione attiva grazie ai nuovi mezzi che offre la tecnologia‘.

    Come molti altri programmi, insomma, Mediaset ha intenzione di renderlo ancora più ‘social’. Secondo voi, quali potrebbero essere gli ingredienti per una ricetta efficace?

    428

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Canale 5Grande Fratello 14Programmi TV

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI