Grande Fratello 13, Alessia Marcuzzi difende il reality show prima della finale in diretta

Grande Fratello 13: Alessia Marcuzzi difende il reality a Canale5

da , il

    Il Grande Fratello 13? Per Alessia Marcuzzi l’edizione 2014 è innocua. In effetti farebbe ridere persino gli stessi parodiati, ma la conduttrice difende il reality show. Prima della finale in onda in diretta stasera – 26 maggio 2014 – su Canale 5, Alessia Marcuzzi, che svelerà il tredicesimo vincitore nella casa più spiata d’Italia, si è tolta qualche sassolino dalle scarpe, sempre belle! Il Grande Fratello è volgare? La conduttrice ha vuotato il sacco sulle pagine del Corsera.

    Le polemiche ‘per partito preso’ sono dovute, secondo la Marcuzzi, a troppi critici dal pregiudizio facile e da pochi esperti della materia (quale materia?):

    ‘…Chi critica spesso non ha mai visto nemmeno una puntata. Noi tagliamo le scene morbose, non ci sono nudi, non è ammessa l’aggressività, chi bestemmia viene cacciato, non ci sono scene di sesso. In tv si vedono ben altre volgarità: liti pazzesche tra politici, risse furibonde, scene violente in Parlamento’.

    Ci mancherebbe, vien da dire.

    Va pur detto che il Grande Fratello, sopratutto nelle prime edizioni ha avuto un suo perché; raccontare l’Italia, e i suoi diversi spaccati, ponendo ‘sotto osservazione’ i concorrenti che, allora, più che concorrenti, erano dei partecipanti di un esperimento sociale mostrato in televisione, ora all’apparenza andato a farsi benedire. Anche se la Marcuzzi è convinta sia ancora questo:

    Un esperimento sociologico, e insieme un gioco. Ci sono ragazzi chiusi in una casa che si sfidano per vincere dei soldi, ma nel contempo si tratta di giovani di ceti sociali differenti con storie diversissime, costretti a interagire’.

    E dunque una delle più forti controversie è questa: anche un programma presunto d’intrattenimento da quest’anno ma già da prima vorrebbe farci la morale sui temi sociali. Guardare Reality di Matteo Garrone a confronto sarebbe dire che Matteo Renzi ha vinto le elezioni europee per nome di Silvio Berlusconi. Parentesi d’attualità a parte, la Marcuzzi ci crede davvero:

    Si parla di argomenti importanti: storie difficili tra genitori e figli, il tema della disabilità, l’omofobia. Quest’anno c’era un concorrente senegalese adottato da una famiglia pugliese, una storia bellissima. Anche del Tibet abbiamo parlato‘.

    Il Grande Fratello social(e) ci conferma un aspetto della tv: parlare di un tema non vuol dire affrontarlo. Avete presente imbastire un dibattito pre-elettorale senza poter parlare di elezioni? Ecco, più o meno fa lo stesso.