Grande Fratello 12, è vera la ‘crisi’? Intanto, spunta un ‘piano B’

Grande Fratello 12, è vera la ‘crisi’? Intanto, spunta un ‘piano B’

Non si fa altro che parlare di crisi del Grande Fratello, dopo quell'orribile '17%' che ha colpito autori e conduttrice all'indomani della seconda puntata

da in Alfonso Signorini, Canale 5, Gossip, Grande Fratello 14, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    grande fratello 12 reality in crisi

    Il Grande Fratello 12 ha toccato i minimi storici con il 17,28% di share, lo avrete letto ovunque. Si parla di crisi, chiusura anticipata, personaggi noiosi e di un programma che, dopo oltre dieci anni di messa in onda, ha ormai stufato. Non siamo d’accordo, e non perché parole-chiave come Grande Fratello, concorrenti Grande Fratello e così via fanno un saccaccio di click. Il punto è che, così come ha dichiarato Alfonso Signorini al Corriere della Sera, si stanno tirando le somme davvero troppo presto: siamo ancora alla seconda diretta; per di più, Alessia Marcuzzi si è dovuta scontrare con l’ultima seguitissima (27,94% di share) puntata di Cenerentola (e non osiamo neanche immaginare cosa succederà da lunedì prossimo, con Fiorello alla rete avversaria).

    C’è stata, insomma, tutta una serie di elementi che ha contribuito a quello sfortunatissimo ‘diciassette’. Come se non bastasse, e questo lo ha fatto notare anche la redazione del programma, Halloween non è uno tra i giorni più indicati per mandare in onda una trasmissione che vive del target ‘giovanile’.

    Questo per dirvi che la stampa ha ingigantito un po’ tutto, parlando persino di un ‘piano B’ che sì arriverà, ma non da lunedì (anche perché con Luca Di Tolla e Valerio Pino la carne al fuoco è già parecchia).

    Signorini, storico opinionista della trasmissione, è sicuro che tutto andrà per il verso giusto:

    Bisogna dare al Grande Fratello il tempo di crescere. Siamo appena alla seconda puntata: non sono ancora scoppiate le dinamiche che consentono al reality di decollare. Aspettiamo prima di darlo per morto e recitare il de profundis

    Nonostante la fiducia, comunque, non ha risparmiato critiche né ai personaggi né alle scelte autoriali:

    I ragazzi mi sembrano un po’ tutti uguali, omologati, formato Uomini e Donne, fondamentalmente appartengono tutti alla generazione della De Filippi: una generazione dal punto di vista televisivo fortissima, però non rappresentativa. Ci sono dei ragazzi diversi che non si riconoscono nella grande famiglia del GF, non tutti i giovani di quell’ età provengono da famiglie separate o allargate. Esiste una normalità che forse nel GF, più di altre volte, non è rappresentata.

    Poi manca uno scontro generazionale: mi sarebbe piaciuto vedere delle generazioni a confronto, ma non entro nel merito delle scelte autoriali

    Dove sta la ragione? Lo scopriremo soltanto martedì, con i dati auditel alla mano.
    Continuate a seguirci anche su Facebook. Alla prossima!

    495

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alfonso SignoriniCanale 5GossipGrande Fratello 14Primo Piano