Grande Fratello 11, l’ira di Massimo Scattarella contro Matteo

Grande Fratello 11, l’ira di Massimo Scattarella contro Matteo

Massimo Scattarella è infuriato con gli autori del Gf

    Massimo Scattarella

    Nella casa del Grande Fratello l’anno scorso l’abbiamo visto spesso arrabbiato, ma mai come oggi. Massimo Scattarella è furioso, il concorrente pugliese che aveva dovuto abbandonare la scorsa edizione del reality show per via di una bestemmia, vuole che venga applicato lo stesso regolamento nei confronti di Matteo Casnici, il ragazzo che ieri è stato graziato nonostante avesse imprecato contro la Madonna. “O entro io o esce Matteo“, così si è sfogato Massimo negli studi di Mattino Cinque. Il pugliese è convinto che potrebbe addirittura vincere il reality se dovesse entrare nella casa.

    Il concorrente pugliese ha scelto lo studio di Mattino Cinque per sfogarsi: “Sono deluso e voglio giustizia è palese che io abbia sbagliato perché ho usato questo intercalare senza intenzionalità, ma non volevo offendere nessuno e parlavo tranquillamente con Veronica Ciardi della mia famiglia. Sono stato cacciato io e ora deve essere cacciato anche Matteo, la giustizia deve essere uguale per tutti. Non ho niente contro di lui, ma deve uscire. Se non dovesse essere esaudita alcuna mia richiesta procederò per vie legali. Io sono uscito con tranquillità e a testa bassa, è stato un momento di sofferenza sia per me che per la mia famiglia. In quel caso non fu ascoltata nemmeno mia madre, credente e praticante, l’hanno solo avvisata della mia cacciata dalla casa.

    Se rientrassi nella casa, vincerei; non arrivai in nomination né per scelta del pubblico né dei miei coinquilini“. E’ comprensibile la posizione di Scattarella, che ricordiamo è stato il terzo concorrente della casa del Grande Fratello a essere espulso per aver bestemmiato, prima di lui era successo a Mirko Sozio del Grande Fratello 9 e a Guido Genovesi nella quarta edizione del reality. “Voglio giustizia dice, o entro io o esce Matteo. Se rientrassi nella Casa, vincerei“, ha detto Massimo.

    Anche Pietro ha bestemmiato, ma questa volta nessun cattolico urlerà allo scandalo perché ha citato l’imprecazione che pronunciò proprio Scattarella nel corso della ultima edizione. Matteo ha comunque pagato il suo errore diventando nominato d’ufficio insieme a David e Nando, proprio il pometino ha preso molto male la notizia della sua seconda nomination consecutiva. Il senese decide di punzecchiarlo un po’ e lo riprende: “Se sei tra i nominabili, vuol dire che ti sei perso. Dov’è il Nando che conoscevamo prima? Hai detto che facevi guerra al preferito e poi ti sei tirato indietro!“. Nanto perde la pazienza e ammette la sua rabbia. A Giuliano non piace la reazione poco matura di Nando: “Reagisci! Tu fai l’amore e basta!“. Il pometino sembra risvegliarsi ed eccolo che promette: “Vedrete questa settimana quello che farò! Sveglierò quello che dorme sul divanetto da mattina a sera! Domani litigherò con tutti!“.

    Giuliano però non è soddisfatto e va a dirgli in faccia cosa pensa: “Secondo me, ti stai comportando come un bambino! Rosicare per essere stato messo nella lista dei nominabili è stupido. Questo fa parte delle dinamiche del gioco“. Intanto non ha neanche fatto in tempo a entrare nella casa che è già uscita, Giordana ha infatti dovuto abbandonare la casa per alcuni controlli medici.

    615

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI