Governo Berlusconi, si discute alla Camera, accordata la fiducia 314 vs 311

Governo Berlusconi, si discute alla Camera, accordata la fiducia 314 vs 311

E' ancra in atto il dibattito sulla fiducia/sfiducia al governo berlusconi, intanto in aula si stanno scatenando risse, come di consueto

    Si sta ancora discutendo alla Camera sulla mozione di fiducia/sfiducia al governo Berlusconi. Vi proponiamo il video dell’intervento delle ore 11.44 di Pierluigi Bersani che tra le altre cose dice alla magioranza, “Voi vi siete ribaltati”. Pare al momento che il governo possa ottenere la fiducia anche alla Camera, Polidori di Fli vota per il premier. La confusione aumenta e si schiera a favore del premier anche la Siliquini, mentre Guzzanti ha deciso di votare la sfiducia. In aula si scatena la rissa. Le tre deputate incinte sono comunque riuscite ad arrivare in aula per votare. La Bongiorno arriva in sedia a rotelle, ma viene snobbata dalle colleghe ministre. In un clima da stadio, tristemente un’abitudine per il nostro Parlamento prosegue il dibattito. E anche la rissa.

    Continuiamo a seguire gli sviluppi della discussione che sta degenerando, in attesa di potervi dare conto al più presto dei risultati della votazione. In questo clima Bossi preme per elezioni anticipate, Barbareschi sostiene che la deputata passata con il premier sia stata minacciata.

    Le tre signore in dolce attesa hanno votato. a pochi minuti è iniziata la seconda chiamata al voto. Moffa però, che aveva annunciato di votare a favore, si è astenuto.


    La tensione è talmente alta che Gianfranco Fini, da un anno lontano dalla nicotina, si apparta per accendere una sigaretta, segno di nervi che iniziano a cedere. Il verdetto è sul filo del rasoio, accordata la fiducia al governo Berlusconi, con 314 voti favorevoli e 311 contrari. A fare l’ago della bilancia le due deputate finiane passate in corsa con la maggioranza e pochi altri.

    Certo si parla di una maggiornaza molto risicata a questo punto, ma c’era da aspettarselo. Ora bisognerà vedere cosa accadrà. Le prossime ore potrebbero essere decisive.

    376

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI