Gordon Brown nei Simpson, ma doppiato

Gordon Brown nei Simpson, ma doppiato

    simpson blair

    L’attuale primo ministro britannico ha negato, il creatore della serie ha detto di aver raggiunto la “quota del secolo di primi ministri presenti nello show”, eppure la probabile apparizione di Gordon Brown nei Simpson continua a far parlare di sé.

    A porre il problema di come far capire lo ‘stretto’ accento scozzese di Brown sono stati gli animatori dello show, spiegando come il primo ministro potrebbe essere sottotitolato, così da essere sicuri che l’audience americana capisca quello che dice: “E’ scozzese, ha spiegato Dan Povenmire allo Sky News Online, non credo che tutti lo capirebbero, per questo ci sarebbe la necessità di sottotitolarlo”. Come abbiamo già scritto, Brown non sarebbe il primo “Primo Ministro” ad apparire nei Simpson: nel 2003 Tony Blair era apparso in un episodio chiamato “The Regina Monologues”, con Homer e famiglia che, arrivati a Londra, lo scambiano per Mr Bean: “Quando Blair apparve nei Simpson, ha detto ancora Povenmire, solo l’80% degli americani lo conosceva: la gente di LA pensava fosse un grande, la gente di New York pensava fosse divertente, ma la stragrande maggioranza del paese non sapeva chi fosse”. E quanto alla possibilità di offendere la sensibilità degli scozzesi causa sottotitoli, Angus McNeil, membro dello Scottish National Party,rassicura: “Molti scozzesi riderebbero se facessero caso alle cose che dicono. E anche se noi capiamo cosa dice Gordon Brown, i sottotitoli aiuterebbero molto, perché le sue parole spesso hanno un diverso significato, soprattutto quando parla di economia”.

    simpson blair

    307

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI