Gli attori non oltrepasseranno i picchetti per i Golden Globes

Gli attori non oltrepasseranno i picchetti per i Golden Globes

    golden globes

    Anche l’attore più sfrontato non ha interesse a diventare spazzatura per gli sceneggiatori, e Venerdì lo Screen Actors Guild, il sindacato degli attori, ha annunciato che nessuno dei 72 attori nominati quest’anno ai Golden Globe Awards oltrepasserà i picchetti per presenziare alla cerimonia.

    “Dopo una lunga discussione tra gli attori nominati e i loro agenti avvenuta nei giorni scorsi, si è deciso all’unanimità che nessuno dei 72 nominati oltrepasserà le line dei picchetti per presentare e ritirare il premio ai Golden Globe Awards”, ha spiegato il presidente della SAG, Alan Rosenberg. “Applaudiamo la scelta dei nostri membri di mostrare in questo modo la loro piena solidarietà agli sceneggiatori in sciopero”. Secondo i portavoce degli artisti, gli attori “amerebbero ricevere un premio per il loro lavoro”, ma “si sentono a disagio sapendo di doverlo fare attraversando i picchetti, cosa che non faranno se WGA, NBC e Dick Clarks Production non trovano un accordo”.

    wga strike

    Come già scritto nei giorni scorsi, Rosenberg ha incoraggiato pubblicamente gli attori a declinare gli inviti dei Late Show tornati in onda senza sceneggiatori, e a preferire comparsate e interviste presso il The Late Show with David Letterman (NBC) e al The Late Late Show with Craig Ferguson della CBS, entrambi tornati al lavoro con i loro staff di sceneggiatori. “Come ho sempre detto la quando lo sciopero è cominciato il cinque novembre, siamo solidali con i nostri fratelli (e sorelle) sceneggiatori”, ha concluso Rosenberg. “Siamo grati ai nostri fratelli e sorelle della SAG per la loro continua solidarietà e supporto”, fa sapere il presidente della WGA Ovest Patric Verrone in un comunicato “L’intera stagione delle premiazioni è stata messa in forse dall’intransigenza di alcune delle più grandi case di produzione.

    Ribadiamo il nostro appello urgente alle conglomerate di ritornare al tavolo delle trattative da loro abbandonato, per negoziare un giusto contratto che corrisponda alle richieste degli sceneggiatori, che potranno così tornare al lavoro”.

    wga strike

    Per ora nessuna risposta dalla NBC, che ha comunque già fatto sapere che, sciopero o meno, la cerimonia dei Globes si terrà il 13 gennaio come previsto: “Il network vuole andare avanti come previsto”, spiega una portavoce della NBC. Non è però chiaro quanto la decisione della SAG influirà sulla decisione, visto che poche persone vedrebbero una cerimonia senza attori: la rete può comunque posporre i Globes quando vuole, anche se non dopo le nomination degli Oscar, previste per il 22 gennaio. Quanto alla Hollywood Foreign Press Association e alla Dick Clark Productions, che nei giorni scorsi avevano tentato di raggiungere un accordo ad interim, fanno sapere di trovarsi “in una posizione di estrema difficoltà: stiamo facendo quanto possibile per permettere il regolare svolgimento dei Globes, e speriamo di riuscire a dare buone notizie entro lunedì. “. La Clark Productions ha inoltre fatto sapere di essere “delusa dal fatto che la WGA si rifiuti di trattare con noi in buona fede, visto che dicono di scioperare contro di noi, ma noi non facciamo parte dell’AMPTP“.

    605

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI