Gli Amici di Maria De Filippi tornano ad essere protagonisti

Gli Amici di Maria De Filippi tornano ad essere protagonisti

Gli Amici di Maria De Filippi tornano ad essere protagonisti

    Gli Amici di Maria De Filippi tornano ad essere protagonisti

    Il serale di Amici di Maria De Filippi torna (finalmente) all’antica: ritmi serrati, nove prove, tra cui il musical, polemiche limitate e soprattutto giudizi più equilibrati. Vincono i Bianchi, che si riportano in parità, ma è incomprensibile la decisione della Commissione di non salvare Cassandra. Proprio lei regala il momento più bello di Amici 7, un sincero abbraccio con Roberta in cui si sciolgono mesi di tensioni e incomprensioni. In alto il momento delle carte finali, con l’ultima esibizione della ragazza e l’abbraccio con Roberta.

    Come previsto, Amici si allunga di due puntate: la finale, a questo punto a quattro, non si terrà mercoledì prossimo, ma il 16 aprile, per approfittare ancora un po’ degli alti ascolti registrati non solo nel serale, ma anche nella striscia quotidiana e nel pomeridiano del sabato. Ieri sera l’ottava puntata ha fatto registrare poco più di sei milioni di spettatori con il 25,8% di share, con i quali ha battuto perfino l’Italia, sconfitta anche dalla Spagna nell’ultima amichevole pre Europeo.

    Un po’ per l’approssimarsi della finale un po’, probabilmente, per l’intervento di Maria De Filippi, i toni dei giudizi dei docenti e i rapporti tra le squadre si sono decisamente ammorbiditi. Al di là dei soliti interventi non certo incoraggianti da parte di Iancu e della Celentano nei confronti di Susy, che però ieri sera ha avuto il piacere di ricevere da Iancu i complimenti per la sua prova di Hip Hop e per le sue sorprendenti doti canore mostrate nel musical, le valutazioni espresse dalla commissione sono state decisamente più equilibrate. Complice anche il silenzio di Grazia, praticamente mai coinvolta da Maria, e l’atteggiamento più conciliante di Jurman, che non ha sventolato foglietti, le nove prove sono scivolate l’una dopo l’altra mostrando i miglioramenti e non “nascondendo” le cadute dei sette allievi ancora in gara.

    Superlavoro per i due ballerini reduci, Francesco e Susy, prove più distribuite tra i cinque cantanti, tra cui Cassandra, costretta all’uscita per un’inspiegabile decisione della Commissione che non l’ha salvata. Già si fa fatica a capire la scelta dei Bianchi di nominare Cassandra e di non Marta, di certo più debole in classifica (ancora ultima ieri sera) e poco amata dai professori. Nominarla sarebbe equivalso ad eliminarla. Forse i Bianchi hanno preferito “far fuori” una temibile avversaria per la vittoria finale, per la quale di certo Cassandra aveva ottime chances, forse non si aspettavano questo risultato dalla Commissione ed erano pronti a fare Marta come secondo nome, volendo magari lanciare “solo” un messaggio alla cantante dei Blu. Sta di fatto che la Commissione ha preferito eliminare Cassandra e tenere dentro Marta: sarebbe bastato che i docenti si facessero due calcoli, neanche tanto difficili, per salvare Cassandra, ma purtroppo non è avvenuto e così il programma ha perso uno dei suoi migliori elementi.
    Stando a quanto detto da Maria a fine puntata, si apre per lei la possibilità di un contratto discografico: negli socrsi giorni la redazione è stata contattata da un non meglio precisato produttore (Mara Maionchi? Scherziamo…) interessato alla sua voce. La sua uscita rende possibile un appuntamento e quindi un eventuale prodotto discografico tutto suo, fuori dall’egida della ditta De Filippi-Costanzo. Intanto si vocifera di un’eliminazione già decisa: nei forum dedicati alla trasmissione (tra tutti Nemici di Maria) si fa riferimento ad un’infelice frase di Fioretta Mari che avrebbe spinto ad assegnare il ruolo di protagonista nel prossimo musical, già in lavorazione, a Marta e non a Cassandra, in vista dell’eliminazione di ieri sera. Scelta strana, considerato che a rigor di logica, sarebbe stata più prevedibile l’uscita di Marta. Ma indagheremo.

    Una serata “così cosi” – per riprendere il giudizio finale espresso da Marco Mangiarotti, firma del Quotidiano Nazionale – sul piano delle esibizioni canore, incentrate su pezzi non certo facili, da My Heart Will Go On a No More Tears, passando per Quando Nasce un Amore. L’emozione si è fatta sentire più di altre volte, soprattutto per Roberta e Cassandra, più incerte e tremanti del solito. Marco, dal canto suo, ha oscillato tra una straordinaria interpretazione di Quando nasce un amore (prima sua vera esibizione emozionante per Mangiarotti) e una prova musical quasi imbarazzante, con un duetto con Cassandra che alla fine ha penalizzato entrambi. Rivediamo i due momenti targati Carta, rinnovandogli i complimenti per l’intensa performance della canzone della Oxa, nella quale il ragazzo ha finalmente mostrato concentrazione e partecipazione: gli ricordava la mamma, ed evidentemente questa è la chiave che gli permette di fare del suo meglio.

    Quando nasce un amore, Marco Carta

    Musical Moulin Rouge

    Per restare ai Musical, molto carino quello proposto dai Bianchi, A Qualcuno Piace Caldo, dove oltre al canto si è vista un po’ di recitazione, con una bella prova di Pasqualino e Leon en travestì , e il ruolo di Marilyn diviso tra Roberta e Susy. Di certo la rivelazione è stata Susy che si candida ad essere una delle allieve più complete della scuola, nonostante i limiti “fisici” e tecnici perennemente evidenziati dalla premiata coppia Celentano-Iancu. La rivediamo in basso, con tutti i suoi compagni.

    Anche Francesco Mariottini rivela ogni sera qualcosa in più. Pace definitivamente fatta con Garrison che ieri gli ha finalmente fatto i complimenti per la prova sul passo a due latino, La Bomba, dove, nonostante si apparso ancora legato e impacciato, ha dimostrato di aver fatto quello che Garrison gli aveva chiesto, ovvero divertirsi. In basso le esibizioni di Francesco e Susy, con i rispettivi giudizi.

    Non solo, ma Garrison ha praticamente tagliato addosso a Francesco il suo secondo passo a due, decisamente classicheggiante sulle note di Stranger in The Night, nel quale il “principe” si è fatto valere a scapito di Susy che invece non è piaciuta neanche al suo mentore. Rivediamo la coreografia nella dimostrazione di Josè e Anbeta: persino la Celentano ha commentato che si è trattato di un pezzo fin troppo classico anche per lei!

    Notazione di merito, ancora una volta, per la coreografia di Alessandra Celentano, ormai votata al tango. Con quello argentino non ha niente a che vedere, ma senza dubbio è una bellissima prova di danza. La rivediamo nella dimostrazione, ancora una volta, di Josè e Anbeta.

    Ci mancano un po’ le coreografie di Steve, va detto, quelle bellissime prove tra prese e salti che richiedevano quasi sempre l’assistenza del maestro e facevano stare con il fiato sospeso. Evidentemente la materia non è sufficiente per rischiare prove del genere, ma almeno una a sera ci potrebbe anche stare, così Francesco e Susy potrebbero combattere “ad armi pari”.

    In sostanza, una bella puntata, davvero in linea con la tradizione più profonda di Amici. Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla nostra blogcronaca di ieri sera. Ci dispiace davvero per l’eliminazione di Cassandra: con lei la finale sarebbe stata un’altra cosa.

    1760

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI