Gleeffoni 2012, polemica su (presunti) favoritismi; addio incontro con Dianna Agron?

I Gleeks si scatenano per i presunti favoritismi al Giffoni Film Festival 2012 - annullato l'incontro speciale con Dianna Agron?

da , il

    GleeffoniNews

    Avreste mai pensato che l’arrivo di una star di Glee – Dianna Agron, ma ci sarà anche una proiezione di Struck By Lightining con Chris Colfer – ad un festival italiano portasse a tante polemiche, dopo aver concesso addirittura un incontro extra? Noi onestamente no, ma la Glee mania e il caldo hanno dato probabilmente alla testa a chi, pensando che il Giffoni Film Festival fosse un evento solo gleeks, ha accusato il Festival di fare favoritismi verso alcune persone. Ma Glee, una volta, non era solo una serie tv? Per la cronaca, nel momento in cui scriviamo, l’unica cosa che hanno ottenuto questi, tra mille virgolette, fan, è di aver fatto cancellare il dessert con l’interprete di Quinn Fabray… riusciranno i twitteri di #scusaGiffoni a far cambiare idea agli organizzatori? Lo speriamo per quei fan che amano Glee senza farsi accecare da polemiche inutili, tradendo lo spirito della serie.

    Settemila visitatori in una giornata sul sito del Giffoni, migliaia di ‘like’ e di condivisioni sulla pagina facebook, oltre 3.000 post sul festival e 5.500 retweet su twitter, dove per diverse ore la notizia è stata al secondo posto nella classifica dei trending topics (argomenti più discussi) mondiali e al primo posto nella classifica italiana, facendo schizzare l’argomento anche nelle top news di Google. A questi (bei) numeri dell’arrivo di Dianna Agron al Giffoni 2012, fa da contrappunto oggi la notizia che sì, i fan di Glee monopolizzano di nuovo twitter, ma stavolta una polemica stucchevole – per la verità non condivisa da tutti i fan dello show di Ryan Murphy – su presunti favoritismi verso alcuni gruppi di fan che avrebbero ottenuto una corsia preferenziale per vedere Dianna Agron dal vivo, un evento aperto a circa un migliaio di fan – ma, qui trovate tutte le informazioni, al GFF ci sarà anche la proiezione in anteprima nazionale di Struck By Lightining, il film con protagonista e sceneggiato da Chris Colfer (circa 1.700 posti).

    Il problema riguarda solamente l’evento extra ‘Meet and greet con Dianna‘, aperto non solo ai giurati del festival ma a tutti i fan: la polemica non è chiara (molti dei fan di Glee si scagliano contro i favoritismi ma non spiegano quali sarebbero) ma tutto verte sul numero di persone che potranno effettivamente partecipare – e perché ci sono persone che hanno saputo prima (e quindi si sono già prenotate) che ci sarebbe stato un concorso a prenotazione. Di un dessert con Dianna si parla da qualche giorno, ma le prenotazioni sono state aperte ufficialmente solo stamattina: a mandare su tutte le furie i fan, il fatto che su un migliaio di posti disponibili – ufficialmente messi in palio stamattina alle 8 – quasi 300 erano già prenotate prima: in realtà queste persone sarebbero comunque andate al Giffoni, ma hanno colto al volo l’occasione di essersi accordati in precedenza con lo staff della manifestazione per presenziare all’evento previsto, per chiedere in anteprima di poter mandare una mail collettiva (mandi uno, ottieni 265) per l’evento extra.

    La polemica è scoppiata qualche ora fa, e inizialmente dal Giffoni – oltre a sottolineare la fatica fatta per convincere gli agenti della Agron a fare due incontri al posto di uno solo – si è tentato di spiegare che nessun favoritismo è stato fatto: in un post sulla pagina fb della kermesse per rispondere alle critiche si legge infatti che ‘appena abbiamo comunicato la possibile presenza di un ospite dal cast di Glee siamo stati contattati da una ragazza di Milano la quale ci chiedeva se poteva organizzare un gruppo Gleeffoni. Abbiamo pensato: carino! È proprio questo spirito di iniziativa e condivisione che dovrebbe caratterizzare il festival: lavorare per tutti con passione e condividere le proprie capacità‘.

    Per correttezza – aggiunge lo staff del GFF – abbiamo comunque avvertito la persona in questione del rischio corso nell’organizzarsi così presto. Siamo rimasti stupiti della loro caparbietà, hanno rischiato e sono andate avanti, prenotando autobus, hotel e facendo un lavoro immane per accontentare varie persone da varie parti d’Italia. Ci hanno aiutato nell’organizzazione e nel permettere a tante persone di arrivare qui al festival. Ci è piaciuto tanto il loro lavoro che lo abbiamo divulgato noi stessi su Facebook e Twitter. (…) Siamo rimasti sorpresi quando sono arrivati a 265 persone :-) Questo è lo spirito che ci piace e quindi quando ci hanno chiesto se potevano fare una mail collettiva di iscrizione per noi era normale accettare. Non abbiamo accettato l’iscrizione di altri gruppi, perché non offriamo corsie preferenziali. Quello che è successo è stato costruire in COLLABORAZIONE un servizio a supporto del festival e tale vorremmo rimanesse‘.

    Ma molti gleeks hanno continuano a dare dei raccomandati al gruppo di trecento persone (‘peggio di quelli che sono raccomandati, è chi non lo ammette‘, uno dei tweet più carini) e a criticare il Giffoni, il cui staff, viste tutte le polemiche (e nonostante i tweet di alcuni gleeks che si sono pubblicamente scusati con l’hashtag #ScusaGiffoni salito in breve al secondo posto tra i temi caldi italiani) ha, a nostro avviso giustamente, deciso di sospendere il contest: ‘Giffoni è di tutti e non dei Gleekla chiusa di un altro post su Facebookstate rendendo questa pagina qualcosa che non mi piace. Non ho lavorato e non voglio lavorare per questo. E per ora il contest del dessert è rinviato o annullato‘. E poi non lamentiamoci quando ci chiamano ‘soliti italiani’..