Glee, la seconda stagione da stasera alle 21.10 su Fox

Riuscirà la seconda stagione di Glee a bissare il successo della prima? La risposta per i fan italiani è stasera alle 21

da , il

    Riuscirà la seconda stagione di Glee a bissare il successo della prima? La risposta per i fan italiani è stasera alle 21.10 su Fox, con i nostri eroi che torneranno sugli schermi televisivi italiani forti in America di episodi che hanno fatto il botto di ascolti e di rating nella fascia 18-49, ma che non hanno propriamente convinto la critica, colpa di canzoni messe lì alla rinfusa per omaggiare un personaggio (do you know Britney Spears?) e non per un effettivo bisogno delle storyline. E non è forse un caso che i due migliori episodi della stagione siano quelli (come l’ottavo ed il nono della stagione) dove la musica è confinata in uno spazio ristretto.

    Dopo mesi di anticipazioni, spoiler, rumors, casting news e curiosità sulla seconda stagione di Glee, la serie più canterina e pluripremiata del momento torna sugli schermi di Fox Italia: dopo aver perso le regionali per un soffio, i nostri studenti/cantanti dovranno ampliare il Glee club per trovare quelle forze fresche che potrebbero fargli fare il salto di qualità. Saranno Finn (Cory Monteith) e Rachel (Lea Michele) ad incaricarsi di trovare i due nuovi coristi, la scelta di lui cadrà sul collega di football Sam (Chord Overstreet), biondino dalla bocca larga che gli autori faranno stare a torso nudo per almeno 10 secondi ad episodio, mentre la scelta di lei cadrà su Sunshine Corazon (la popstar Charice), che però, essendo troppo brava, verrà prima dirottata in una crack house, e poi rubata dai New Directions rivale grazie ad una soffiata di Sue Sylvester (Jane Lynch). – Ogni paragrafo continua dopo il/i video.

    Diverse le novità nelle dinamiche di coppia e nello sviluppo dei personaggi, scopriremo (…) che Santana (Naya Rivera) e Brittany (Heather Morrison) stanno “insieme”, che Artie (Kevin McHale) è stato mollato da Tina ( Jenna Ushkowitz) che le ha preferito Mike Chang (Harry Shum Jr.), mentre a Kurt (Chris Colfer) toccherà fare i conti prima con la malattia del padre (al centro di un episodio con tema religioso tra i più fiacchi della stagione) e poi con la scottante tematica del bullismo gay (ma sarà aiutato dalla new entry Darren Criss, che interpreterà Blaine, studente della Darlton Dalton Academy Warblers, che trova anche il tempo di cantare Teenage Dream di Katy Perry, diventata un tormentone e un #1 di vendite su iTunes, dove nel frattempo Glee ha superato i Beatles). Novità anche per Emma (Jayma Mays), viste anche le riprese del film sui Puffi che limitavano il suo screen time la coppia formata da lei e Mr Schue (Matthew Morrison) viene fatta scoppiare in favore del dentista Carl (John Stamos).

    E sarà proprio grazie a Carl ed alla sua professione di dentista che nel secondo episodio vedremo la guest star col botto della stagione, dopo quello con Madonna Ryan Murphy ha deciso di fare un episodio simile su Britney Spears, slegatissimo dalla trama principale ma pieno di canzoni e rifacimenti di video clip della popstar che hanno avuto un ottimo riscontro di pubblico, anche vista l’apparizione della cantante in qualche scena.

    Altro episodio a tema, The Rocky Horror Glee Show, dedicato – ovviamente – al Rocky Horror Picture Show: contrariamente all’episodio Madonna/Britney centrico, qui gli sceneggiatori si ricordano di inserire uno straccio di trama, nella fattispecie che Will vuole riconquistare Emma dalle braccia di Carl e, scoperta la sua passione per il RHPS (nella puntata c’è anche cameo fulmineo per Meat Loaf e Barry Bostwick), le propone di aiutarlo a fare uno spettacolo del Glee Club a tema visti i festeggiamenti di Halloween.

    Superato lo scoglio di Never Been Kissed (quello in cui si affronta l’omosessualità di Kurt ed il suo dover subire angherie da parte di Dave Karofsky/Max Adler, ma anche il fatto che numerosi personaggi – come la Coach Beiste interpretata da Dot Jones, che nei primi episodi porterà ad un’alleanza Sue-Will tutta da ridere – non sono mai stati baciati), si arriva finalmente ai tre episodi migliori della stagione, The Substitute (special guest star Gwineth Paltrow nel ruolo di insegnante supplente, mentre Sue Sylvester diventa preside), Furt (in cui assisteremo ad un glee-wedding) e “Special Education”, l’equivalente (quest’anno anticipato) delle Sectionals dell’anno scorso.

    Insomma, post lunghissimo per dirvi che, se al netto di tutte le anticipazioni (anche inutili) che hanno preceduto la seconda stagione di Glee, avrete fede nel superare i primi episodi a lenta carburazione, le ultime tre settimane ci hanno mostrato che la serie di Ryan Murphy ha ancora qualche carta da giocarsi. L’appuntamento per validare o contraddire la nostra opinione è da stasera dalle 21.10 su FOX, canale 111 di Sky.