Glee 2, Darren Criss regular ed episodio normale per il post Super Bowl?

Glee 2, Darren Criss regular ed episodio normale per il post Super Bowl?

Glee 2, il giorno dopo il debutto Darren Criss è in trattative per diventare regular

da in Casting Serie TV, Fox, Glee, In Evidenza, Interviste, Personaggi Tv, Serie Tv, Serie TV Americane, Video
Ultimo aggiornamento:

    Darren Criss potrebbe avere un ruolo regolare in Glee, ad annunciarlo è Michael Ausiello su Movieline il giorno dopo che l’attore ha debuttato nella serie creata da Ryan Murphy (se volete vederlo all’opera potete schiacciare il tasto play qui sopra). Criss, che attualmente compare nel ruolo di Blaine, uno dei coristi di un glee club rivale dei nostri, è ad oggi ricorrente, ma se le trattative andassero a buon fine diventerebbe regolare o nella seconda parte della stagione se non addirittura dalla terza. (Evitate di leggere se non volete anticipazioni sgradite)

    Il giorno dopo il debutto nella sesta puntata – “Never Been Kissed” – della seconda stagione di Glee, Darren Criss potrebbe – trattative permettendo – diventare regular di Glee, l’attore (Eastwick) interpreta Blaine, studente gay bello e carismatico, rivale dei New Directions con il glee club della Dalton Academy Warblers, che nel corso della stagione di Glee manterrà con Kurt un’amicizia platonica che potrebbe – ma anche no – evolvere in qualcosa di più.

    Al momento Blaine è una sorta di mentore per il personaggio di Chris Colfer, “penso al mio personaggio come ad un mentore per Kurt – aveva detto nei giorni scorsi l’attore– che a questo punto della sua vita si trova a fare i conti con la sua sessualità: Blaine pensa che essere gay dia potere, abbraccia quello che è e quando vede che Kurt deve fare i conti con quello che lui ha affrontato in passato, lo aiuterà“.

    In un’intervista al New York Post, Criss ha spiegato (come peraltro vedremo nella sesta puntata) che Blaine è già passato in molti dei problemi che Kurt attraversa, ed il suo voler aiutare Kurt “è un messaggio bellissimo che dà speranza al personaggio di Chris Colfer ma anche a chi guarda lo show, non importa che sia gay o etero, visto che i teenager in generale hanno a che fare con la discriminazione“.

    Il suo storyline sarà – come dicevamo tempo fa – ispirato a quello dei suicidi di giovani gay, ma l’attore ha spiegato che quando recita non parla solo a Chris Colfer, “ma anche ai teenager vittima del bullismo e ai genitori che hanno perso i loro figli per colpa di certi comportamenti“. Criss si è rifiutato di fornire anticipazioni in merito ad una sua potenziale storia con Kurt, “ma non è questo l’importante, mi fa piacere che Kurt abbia trovato qualcuno con cui possa veramente relazionarsi, non ha mai avuto un altro maschio gay con cui parlare, e solo questo conta“.

    Sempre da Ausiello, una news che farà felici i fan di Glee della prima ora, quelli che non ne possono più di vedere episodi tributo: contrariamente a quanto emerso in un primo momento, pare che i produttori abbiano scartato l’idea di un episodio post Super Bowl ‘solista’ con Bruce Springsteen o Michael Jackson, preferendo un episodio canonico a puntate quali quelle dedicate a Britney o Madonna, magari ottime sul piano musicale (e di risposta del pubblico) ma a volte poveri di contenuti.

    583

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Casting Serie TVFoxGleeIn EvidenzaIntervistePersonaggi TvSerie TvSerie TV AmericaneVideo