Giuliano Ferrara lascia Otto e Mezzo per la politica e rinuncia al confronto tv con Pannella

Giuliano Ferrara lascia Otto e Mezzo per la politica e rinuncia al confronto tv con Pannella

Giuliano Ferrara lascia Otto e Mezzo per la politica: al suo posto Lanfranco Pace

    Giuliano Ferrara lascia Otto e Mezzo per la politica e rinuncia al confronto tv con Pannella

    Dalla prossima settimana Otto e Mezzo, l’appronfondimento giornalistico di La7 in access prime time, non sarà più condotto da Giuliano Ferrara che lascia momentaneamente la conduzione per dedicarsi alla sua campagna elettorale e per ottemperare la legge sulla par condicio.

    Il suo posto sarà preso, dal 25 febbraio, da Lanfranco Pace. Intanto Ferrara cancella la sua partecipazione a UnoMattina, che aveva previsto un confronto tra lui e Marco Pannella: il leader radicale va in escandescenze in diretta tv. In alto il video.

    Per tutta la prossima settimana, dunque, Otto e Mezzo sarà condotto dalla sola Ritanna Armeni, finora co-conduttrice con Ferrara, che verrà poi affiancata, a partire dal 25 febbraio, da Lanfranco Pace, giornalista e collaboratore del programma per il quale ha sempre curato Il Punto, la rubrica di apertura che funge da copertina della puntata, con il lancio gli argomenti della serata che apre la strada agli interventi degli ospiti.
    Gliuliano Ferrara, infatti, è attivamente impegnato nella campagna elettorale per le prossime Politiche, dal momento che ha deciso di “scendere” in campo con una propria compagine politica cosiddetta “di scopo”, ovvero impegnata a sollevare in Parlamento il tema della tutela della vita con la proposta di una moratoria sull’aborto, uno strumento che tuteli la vita dal concepimento fino all’ultimo respiro. Evocativo il nome del partito “Aborto? No grazie. Per la moratoria con Giuliano Ferrara“.
    La legge sulla par condicio gli impedisce dunque di apparire in video con una propria trasmissione, da cui la decisione, in accordo con La7, di sospendere il proprio contratto con l’azienda fino al termine della tenzone politica.

    Intanto come primo atto da rappresentante politico in questa nuova avventura pubblica, Ferrara ha deciso di non presentarsi negli studi di UnoMattina per partecipare ad un confronto con Marco Pannella sull’aborto. La motivazione fornita da Ferrara in una lettera aperta è che “la tv è un mezzo troppo ‘antiveritativo’ per discutere della verità sulla vita umana che penso di aver trovato“. Di fatto Pannella si trova solo nello studio a telecamere già accese mentre i conduttori Duilio Giammaria e Elisa Anzaldo gli comunicano che Ferrara è venuto meno ai suoi impegni perchè ha preferito evitare il confronto, e fare due interviste parallele.
    La reazione di Pannella non si è fatta aspettare: prima ha sostanzialmente accusato Ferrara di vigliaccheria poi si è scagliato contro gli stessi conduttori e la Rai: “Lui preferisce quello che gli pare, ma mi avete invitato per discutere con lui, mica con voi! Voi siete dei dipendenti, e vi capisco. Ma questo è un luogo ignobile! È una vergogna, una vergogna!». Di fatto Ferrara ha servito a Pannella un assist fantastico, permettendogli, con la sua assenza, di mettere in scena uno dei suoi cavalli di battaglia, ovvero un intervento irato e provocatorio che costituisce una delle sue principali soddisfazioni. Come ciliegina sulla torta lancia nel mezzo del discorso sull’aborto un “se due vogliono scopare…” che allarma ancora di più i due conduttori che intervengono prontamente nel tentativo di placare le tracimazioni pannelliane ricordandogli l’esistenza di una fascia protetta. E Pannella, di rimando: “Se ci fossero davvero le fasce protette, la Rai dovrebbe essere oscurata in permanenza”. Insomma una sfuriata pienamente nel suo stile che potrà avere come possibile conseguenza politica la definitiva chiusura delle porte del Pd all’ingresso di Pannella & co. E intanto Ferrara sembra aver applicato uno dei ragionamenti cari alla cinematografia morettiana (Ecce Bombo): “mi si nota di più se non vado o se ci vado e resto in disparte?”

    795

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE