Giro d’Italia 2011 nel mondo grazie a Rai Trade

Giro d’Italia 2011 nel mondo grazie a Rai Trade

Il Giro d'Italia 2011, completamente dedicato ai 150 anni dell'Unità d'Italia, sarà trasmesso al livello mondiale

    Il Giro d’Italia 2011, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, potrà essere visto a livello mondiale. L’edizione numero novantaquattro partirà da Torino, la prima capitale d’Italia. “Il Giro d’Italia nel mondo attira l’interesse di oltre 350 miloni di spettatori unici in tutto il mondo” ha detto Carlo Nardello, Ad di Rai Trade: è naturale che un evento sportivo del genere ottenga una copertura televisiva internazionale. “Dal 1998 ad oggi c’è stata una significativa espansione della distribuzione internazionale delle immagini e degli highlights del Giro d’Italia e, insieme con Rai International, riusciamo a coprire ormai l’intero pianeta: abbiamo coinvolto nell’operazione di distribuzione del segnale tv i maggiori broadcaster del mondo”, ha aggiunto Nardello.

    Mai come nel 2011 il giro toccherà così tante regioni italiane, 17 su 20 facendo “tappa” in luoghi storici del nostro Risorgimento: Sapri, Quarto dei Mille, Castelfidardo e Reggio Emilia.

    Anche il vice direttore generale della Rai Gianfranco Comanducci ha commentato così l’operazione: ” È una nuova occasione per raccontare anche in immagini il nostro meraviglioso Paese nel segno del servizio pubblico. L’operazione che porterà l’Italia in 165 diversi territori è valida sia dal punto di vista commerciale sia da quello dell’indotto turistico grazie alle nostre riprese e ai tracciati realizzati da Rcs, il Giro infatti rappresenterà la miglior maniera per veicolare e scoprire l’Italia“.

    Le immagini del Giro saranno distribuite in diretta satellite nei mercati dove opera Rai Trade: Regno Unito, Francia, Spagna, Russia, Giappone, Corea del Sud, Usa, Canada e in America Latina. Rai Trade realizzerà anche dei programmi di highlights destinati ai broadcaster dei nuovi mercati. La società che promuove le proprietà del gruppo Rai è molto attiva anche nella ricerca della collaborazione di broadcasters al di fuori dei confini europei per operazioni promozionali. Non solo ciclismo, la distribuzione internazionale del Giro sarà accompagnata dall’ideazione e dalla produzione di format tv dedicati alle città e ai paesi toccati dalla carovana rosa, luoghi d’arte o di interesse turistico, gastronomico o storico e da retrospettive sul ciclismo.

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SportciclismoRai-Trade
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI