Girls, debutto modesto per il nuovo show HBO – che già pensa al rinnovo?

da , il

    Era una delle serie più attese su HBO, e Girls non tradisce le attese: la serie di Lena Dunham ottiene 872.000 telespettatori live (1.1 considerando le due repliche), un risultato modesto in sé ma non male in generale, se si considera che HBO aveva reso disponibile gratuitamente il pilot della serie su HBO, YouTube, Daily Motion e similari. E, almeno secondo quanto rivelato dalla produttrice esecutive Jenni Konner, la rete pensa già ad una seconda stagione…

    Le avventure di quattro amiche poco più che ventenni che stanno cercando di costruirsi una vita dopo essersi trasferite a New York City: questo è il concept di Girls, un Sex and The City versione giovane (ma la creatrice smentisce), in cui inconteremo Hannah Horvath, interpretata da Lena Dunham che è anche creatrice della serie, Jessa Johansson, interpretata da Jemima Kirke (un’artista/spirito libero, migliore amica della protagonista, tornata a NY dopo un periodo in Europa), Marnie Michaels, interpretata da Allison Williams (è la coinquilina di Hannah) e Shoshanna Shapiro, interpretata da Zosia Mamet (è la cugina, immatura, di Jessa).

    Amatissimo dalla critica, Girls non sembra aver fatto breccia nel cuore dei telespettatori, per quanto 872.000 telespettatori (1.1 milioni con le repliche) non siano male considerando che il pilot era già disponibile gratuitamente da qualche giorno e che uno show molto femminile aveva come traino due serie tutte al maschile come Eastbound & Down (il finale della terza stagione) e Game Of Thrones. I numeri non sembrano comunque preoccupare HBO, se è vero che qualche giorno fa la producer Jenni Konner anticipava che la seconda stagione è in preparazione.

    HBO – spiegava all’Huffington Post – ha ordinato delle sceneggiature per la seconda stagione, e quindi ci stiamo lavorando su: è veramente divertente, e speriamo che una seconda stagione ci sarà: come sapete, HBO non rinnova nessuna serie prima che vada in onda, ma anche HBO pesa che lo show sia divertente: non danno molti suggerimenti, ma quando lo fanno sono veramente intelligenti e creativi. Abbiamo cominciato a pensare alla seconda stagione subito dopo la fine della prima, e loro si sono dimostrati molto solidali: ci hanno spiegato che trasmettono show diversissimi tra loro, e che la gente è ok con i grandi cambiamenti. E’ stata una cosa molto cool, e liberatoria. HBO è la rete migliore‘.

    Per chi già pensa ad un Sex and The City versione gggiovane, Lena Dunham smentisce: ‘E’ vero che quando sono stanca e mi chiedono di Girls, io rispondo che è come Sex and the City – ha detto – ma in realtà Girls non è glitterato o perfetto, ma anzi, imbarazzante, crudo e molto intimista: quando guarderete lo show scoprirete che il tono è molto differente. Questa è sempre stata la mia speranza, chela gente si sintonizzasse su Girls e scoprisse che le differenze sono enormi, è uno show totalmente differente‘.