Giorgia di Ciao Ciao: “la tv di oggi è terribile”.

Giorgia di Ciao Ciao: “la tv di oggi è terribile”.

giorgia passeri, giovane conduttrice dello storico programma per ragazzi Ciao ciao, in onda su rete 4 negli anni 80, critica la tv di oggi in una intervista rilasciata al tgcom

da in Interviste, La 7, Personaggi Tv, Programmi TV, Rai 1, Rete 4, Video
Ultimo aggiornamento:

    Solo chi si avvicina al traguardo dei 30 anni e chi l’ha superato da un po’ potrà ricordarsi di Giorgia Passeri, famosa negli anni ’80 come giovane conduttrice di programmi per ragazzi. In una sua trasmissione era affiancata da un simpatico pupazzo ma non si tratta di Uan. Chi è?

    Quando si parla della fortunata tv dei ragazzi targata Mediaset, riferendosi ai mitici anni ‘80 quando cioè il gruppo del biscione si chiamava ancora Fininvest, si è soliti citare sempre Bim Bum Bam e il cagnone rosa Uan. Ma accanto al programma che ha lanciato Paolo Bonolis c’è sicuramente da ricordare anche Ciao Ciao e il simpatico Four, che hanno fatto il loro esordio nel settembre del 1985 su Rete 4 all’ora di pranzo. Ad affiancare il pupazzo dalla parlata da paninaro nella conduzione del contenitore di cartoni animati c’era appunto una giovanissima Giorgia Passeri, soprannominata da Four La bambola di Pechino.



    Giorgia ha condotto Ciao Ciao per tre edizioni consecutive, poi nel 1988 è passata alla concorrenza per presentare Big, altro programma per ragazzi in onda su Rai Uno, e anche qui ha trovato un pupazzo ad attenderla, il vispo Calimero. Per dieci anni si è occupata di trasmissioni per bambini, ha vinto due Telegatti, ma poi è sparita dalla tv. O meglio ha preferito lavorare dietro le quinte. Giorgia infatti oggi è cresciuta, è mamma di una bambina, e oltre ad essere una brava scrittrice, è anche regista per il teatro e autrice tv. Attualmente è impegnata con il programma Omnibus in onda su La 7. Insomma l’esperienza in video fu un “incidente”.

    Ecco come Giorgia, in una lunga intervista al Tgcom, ricorda com’è nata la sua esperienza a Ciao Ciao:

    “Lavoravo con Bonolis nella messa in scena della Locandiera. Paolo era nel mio stesso laboratorio di teatro e aveva iniziato a lavorare a Bim bum bam. Eravamo molto amici.

    Mi disse che stava partendo una nuova trasmissione e mi invitò a fare un provino. Avevo 20 anni, ero preparata e andò bene”.

    Dopo Ciao Ciao fu contattata anche da Non è la Rai per curare un angolo della posta, ma rifiutò l’offerta perché avrebbe dovuto cambiare la sua immagine.

    “Stava arrivando il mondo delle veline – ha spiegato la Passeri – e non me la sono sentita. Non avrei mai tradito i ragazzi che sono cresciuti con me”.

    E rimpiange quei tempi in cui la tv insegnava qualcosa e spiegava ai ragazzi argomenti anche difficili come l’anoressia. Oggi invece “per i ragazzi non c’è altro che troni e veline. È terribile”. Giorgia critica soprattutto sua maestà degli ascolti, Maria De Filippi, perché il riferimento adesso è lei.

    “Sono molto delusa dalla televisione e non ne voglio condividerne nulla. La tv per me è finita nel ‘93”.

    Un affondo molto duro, ma considerando tutti i reality e i personaggi che ci propinano ogni giorno, non ha tutti i torti. Come tanti esperti della tv, salva solo Zelig e la programmazione di Rai Tre, con la Melevisione e Il Gran Concerto. Ma nonostante questi la tv dei ragazzi non è più quella di una volta.

    684

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntervisteLa 7Personaggi TvProgrammi TVRai 1Rete 4Video