Giancarlo Magalli presidente, l’intervista di Simona Ventura al conduttore de I Fatti Vostri

Giancarlo Magalli presidente, l’intervista di Simona Ventura al conduttore de I Fatti Vostri

Giancarlo Magalli presidente, l'intervista di Simona Ventura al conduttore de I Fatto Vostri

    Giancarlo Magalli presidente: da fenomeno web all’intervista con Simona Ventura. Il conduttore de I Fatti Vostri ha risposto alle domande della presentatrice di Leyton Oryent parlando del caso dell’anno: la proposta più social che mai con Magalli quotatissimo al Quirinale. I due hanno parlato anche di televisione, ricordando quando nel programma TV Domani sposi (1988) furono insieme sul piccolo schermo: lui come presentatore, lei come valletta. ‘Grazie per avermi lanciata. Grazie presidente’, dice lei tra il serio e il faceto. ‘Vorrei fare la tua segretaria come la Dama Bianca sull’aereo presidenziale’, scherza la ‘Mona.

    ‘Io sono molto orgogliosa di aver fatto la valletta con te’, gli ha confessato Simona Ventura. ‘Ero la tua cocca e poi per prendere me, ricordo che hai preso quattro vallette invece di due. Perché le mattonate sono sempre esistite in tutti gli ambienti. La raccomandata era la ragazza ‘porta-fortuna’: si diceva che questa ragazza arrivasse dal Quirinale’.

    A proposito di Quirinale, tutto torna visto che il presentatore Giancarlo Magalli è praticamente diventato un nome una certezza proposto dalla ‘rete’ tra i papabili in corsa per la presidenza della Repubblica. Un’ipotesi a metà tra realtà e fantasia che il conduttore de I Fatti Vostri ha commentato in una chiacchierata sul web con Simona Ventura:

    E’ nata per gioco, ma non per un gioco mio. Sono sempre stato sul web: sto su Facebook da anni, ci sto bene, poi sono uno pratico di elettronica e telematica. Il primo computer l’ho avuto nel ’76 quando non ce l’aveva Steve Jobs. Nacque Intranet, poi Internet, però ci sono sempre stato: ho sempre usato il computer e ho un buon rapporto con la rete’.

    Ma il caso Giancarlo Magalli for president, ripreso anche dalle Iene solo ieri sera, non è l’unico episodio di cui si è tanto parlato. Tempo fa fu diffusa in rete una finta notizia: una signora psicolabile costringeva il marito ad aver rapporti sessuali con lei indossando una maschera col volto del conduttore di Rai 2 – tutto finto ma ha fatto ridere anche la vittima di questa bufala:

    magalli

    ‘Non so chi si è inventato una bufala divertente, ma sempre bufala era’. La riflessione: ‘Era congeniata bene la notizia: c’erano nomi, cose, addirittura pubblicarono le foto delle maschere, c’erano delle testine con le mie facce. Era verosimile, più o meno, quindi la cosa strana è che dal web che l’aveva propagata è rimbalzata sui giornali: un sacco di settimanali l’hanno pubblicata’.

    Poi, l’esperimento sul web con un episodio realizzato insieme ai The Pills, co-realizzatori di Zio Gianni su Rai 2, ma che Magalli confessa di non aver conosciuto se non prima di quest’avventura: ‘Non sapevo chi fossero’, ha spiegato, ma ‘sono uno che non è che se la fa tirare: o dico di sì o dico di no. Alla fine ho detto: facciamo ‘sta cosa.

    Mi hanno mandato a casa la sceneggiatura e non ci ho capito una parola‘ anche se ‘ormai glielo avevo promesso: sono andato in un terrazzo nella periferia di Roma a girare questa cosa. Giravo ma non capivo cosa stessi facendo. Questo episodio l’hanno visto centinaia e migliaia di visualizzazioni‘.

    Tornando alla politica e alla proposta social di Magalli for president, il Giancarlo della Rai (dopo Leone…) ha fatto sapere come sia di fatto possibile una televisione senza raccomandazione attraverso le mani del potente di turno:

    ‘Non mi sono mai schierato. Quelli che si sono appoggiati alla politica, poi non c’è niente: come chi si fa raccomandare andando a letto con qualcuno. Poi la pagano. Tu (si rivolge alla Ventura ndr), sei una di quelle che non l’ha mai fatto, tanto è vero che ancora ci sei. Una può avere un valore tre, come una simpatica valletta, ma se trovate uno che vi raccomanda, il giorno che quello – e accade sempre – non viene rieletto o va in galera o muore, o succedono anche tutte insieme, non tornerete da sei a tre, ma a zero. E’ successo così per decine, però non resistono alla tentazione’.

    Infine, oltre al toto-ministri da chi la rete vuole come presidente della Repubblica, i due conduttori hanno giocato a ‘chi vuoi come ministro’: ‘Ministro dello Spettacolo? Oggi solo Pippo Baudo: è la teoria, la storia, una persona per bene. Ministro della Cultura? Non dimenticherà mai il mio professore di scienze: non ci ammorbava, lui ci portava sempre fuori. Sgarbi sarebbe la persona adatta: sarebbe bravissimo, ha l’idea della cultura da fruire’.

    Simona Ventura

    835

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI