La Gialappa’s condannata a pagare i danni alla Rai

La Gialappa’s condannata a pagare i danni alla Rai

Marco Santin della Gialappa's Band condannato a pagare i danni alla Rai per 'pubblicità' scorretta nel suo vecchio programma radio, Grazie per Averci Scelto

    marco santin_radio2

    Si potrebbe commentare subito con ‘oltre il danno la beffa’: il Tribunale di Milano ha condannato la Gialappa’s Band a pagare un risarcimento alla Rai per aver promosso dalle frequenze di RadioDue trasmissioni in onda su altre reti. Il fatto risale all’anno scorso e ha sancito la definitiva rottura tra il trio e la Rai, con l’immediata interruzione di Grazie per Averci Scelto. L’indebita ‘promozione’ dalle frequenze Rai fu proprio una sorta di ‘ripicca’ del trio per il mancato rinnovo del contratto per Mai dire Sanremo e Rai dire Mondiali: ora però costerà loro 5.000 euro più le spese legali.

    Beh, partiamo con il ricostruire con calma e con ordine i fatti. Il 2010 è stato l’annus horribilis per la Gialappa’s in Rai: il trio si è visto improvvisamente togliere il commento di Sanremo a dieci giorni dalla partenza del Festival (il compito andò a Pupo) e l’ormai tradizionale appuntamento con i Mondiali di Calcio, seguito da oltre 12 anni per RadioRai e passato nelle mani di Piero Chiambretti. La mossa non andò, ovviamente, giù al trio e provocò la reazione di Marco Santin, membro storico della Gialappa’s e conduttore all’epoca di un programma di RadioDue, Grazie per Averci Scelto.

    Senza pensarci troppo, o forse proprio con l’intento di provocare i vertici Rai, Santin annunciò in diretta su RadioDue che il trio avrebbe comunque continuato a commentare i Mondiali su Radio Deejay e su Rtl.

    Promozione indebita per Mucciante, che ha immediatamente chiuso Grazie per Averci Scelto. Da qui la decisione di Santin di trascinare la Rai in tribunale, contestando all’Azienda e al suo direttore l”abuso’ subìto.

    Il verdetto è arrivato proprio in questi giorni: il Tribunale ha dato torto a Santin e lo ha condannato a un risarcimento di 5.000 euro nei confronti della Rai e al pagamento delle spese legali, considerando quindi legittima la chiusura di Grazie per Averci Scelto per violazione del codice etico della Rai.

    Beh, un precedente che potrebbe preoccupare anche Lucia Annunziata, che ha ‘pubblicizzato’ nel corso del suo In 1/2 Ora il nuovo progetto multipiattaforma di Michele Santoro, Servizio Pubblico, trasmettendo il video appello del giornalista salernitano per la raccolta fondi. Per ora il caso è approdato in Parlamento, ma nulla vieta che arrivi presto anche in Tribunale.

    476

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI