Gialappa, il Gufo con gli Occhiali di Sanremo 2011 sbarca a Canale 5

Gialappa, il Gufo con gli Occhiali di Sanremo 2011 sbarca a Canale 5

La Gialappa's Band ha portato bene a Roberto Vecchioni, il loro Gufo con gli occhiali ha vanto vincere al professore il 61mo Festival di Sanremo

    roberto vecchioni gufo

    Ap/La Presse
    Da anni commentano Sanremo (anzi l’anno scorso avevano preso un anno sabbatico) e ogni volta hanno una trovata più o meno geniale. Stiamo parlando della Gialappa’s Band e del loro Mai dire Sanremo, cancellato quest’anno da Radio Duema ospitato da un’emittente privata. La trovata di quest’edizione è il Gufo con gli occhiali (è la spilletta che indossa il vincitore Roberto Vecchioni in questa foto), preso in prestito dalla canzone del conduttore Gianni Morandi, Sei forte papà.

    Gli anni scorsi invitavano a parlare e a essere insultati cantanti freschi freschi di esibizione e restano memorabili gli insulti di Al Bano e a Rudy Zerbi, reo di aver partecipato ad Amici quando ancora non era giurato. Quest’anno hanno pensato di creare un tormentone, un vero e proprio viral, il gufo con gli occhiali, spuntato un po’ dappertutto nelle cinque serate di Sanremo 2011: era in mano al vincitore Roberto Vecchioni, negli anfibi di Nathalie, sulla lavagnetta dei direttori d’orchestra, sul risvolto della giacca di Kekko dei Modà ed è comparso anche al polso di Maria De Filippi nella scorsa puntata di Amici 10. Ultimo omaggio, in ordine di tempo, quello di Alessia Marcuzzi sul finale della puntata di ieri del Grande Fratello. Un successo davvero trasversale, pienamente RaiSet.

    Una mania che ha contagiato subito tutti: quelli che non hanno seguito il commento live della Gialappa’s in radio all’inizio sono rimasti un po’ spiazzati, ma è bastato un giro su Facebook o su Twitter per svelare l’arcano e diventare un vero e proprio must di questo Sanremo 2011. Del resto era stato celebrato anche da Luca e Paolo nel medley dei pezzi di Morandi presentato durante il Festival (qui il video). E per comprenderne al meglio le origini, vi proponiamo il video originale dello storico pezzo di Morandi.



    Ma questo del gufo è solo uno dei loro tormentoni.

    Nel 2003 il tormentone Situation destò le attenzioni della stampa. A ripeterlo furono molti cantanti e il Pippo nazionale si insospettì. Il “potere” dei Gialappi a Sanremo era tale che la vincitrice Alexia inserì Situation all’interno della sua esibizione dopo la vittoria finale. Nell’edizione condotta da Simona Ventura fu la volta di un canguro, indossato anche da numerosi musicisti e giornalisti. La cantante spezzina invitò i tre terribili come ospiti sul palco nel 2005.

    Quando Giorgio Panariello condusse il Festival, nel 2006, salì addirittura con il “cialdone” (così viene denominato il registratore dal signor Marco) sul palco dell’Ariston, fino a quando al posto di Daniele Silvestri, nel 2007, ci salì l’imitatrice Marcella Volpe. Non solo tormentoni, spesso i tre sono diventati famosi per le liti furibonde con alcuni degli artisti. In cima a tutti c’è Mango e la sua svolta rock, in un’edizione uno dei tre fece notare al cantautore che il pezzo che portava al Festival era più rock e quindi diverso dalla sua discografia, non l’avesse mai fatto… Un altro episodio storico fu il doppio litigio fra Loredana Bertè e il maestro Vesicchio nel 2006 e nel 2008. Ecco il vero testo di Sincerità di Arisa, vincitrice del Festival di Sanremo

    Anche se l’episodio più mitico rimarrà sempre questo, la radiocronaca dell’esibizione di Giacomo Celentano, il figlio di Adriano e Claudia Mori e le lacrime di Carlo Taranto:

    737

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE