GF9, l’hostess Daniela Martani resta in Alitalia

Daniela Martani, l'hostess col cappio al collo nei giorni della protesta dei lavoratori Alitalia contro la proposta Cai, ha firmato il contratto con la nuova Alitalia

da , il

    Daniela Martani, l’hostess che nei giorni caldi della vertenza Alitalia si era fatta fotografare con un cappio al collo, ha accettato la proposta del Cai e ha firmato il contratto a tempo indeterminato. Le voci che la davano concorrente al Grande Fratello 9 erano dunque una bufala. In alto un suo intervento in una puntata di Annozero dedicata appunto al caso Alitalia.

    Andiamo con ordine, partendo dalla news ‘televisiva’: Daniela Martani, la bella hostess che ha incarnato la rabbia dei dipendenti Alitalia stretti nel giogo della trattativa governo-sindacati-Cai, non farà parte del cast del Grande Fratello 9. Lo ha confermato lei stessa in un’intervista pubblicata ieri sul Corriere della Sera: “Del Grande Fratello non è vero niente: ho firmato il contratto con la Cai anche se non mi piace per niente. Ma non ho scelta“.

    E dire che la sua avvenenza, il suo capello lungo e fluente e le foto paparazzate che la vedevano al fianco di Massimo Giletti avevano fatto pensare alla nascita di una nuova stella televisiva. E invece Daniela ha spiazzato tutti: non solo gli osservatori della tv in cerca di nuovi personaggi da lanciare, ma anche i colleghi dell’Alitalia.

    Veniamo infatti al secondo punto, quello che ha minor attinenza con il mondo tv, ma ha grande risonanza in quello reale. Indicata come la Pasionaria della rivolta di hostess e piloti Alitalia contro le inaccettabili proposte della Cai, colei che più di altri si era sollevata sulle barricate che hanno visto a settembre consumarsi un lungo braccio di ferro tra sindacati, Governo e vertici della nuova società chiamata a ‘risollevare le sorti’ dell’agonizzante compagnia aerea di bandiera, proprio lei, Daniela, ha capitolato di fronte alla proposta ricevuta tramite lettera ‘personale’ dalla Cai, che ha così evitato ulteriori lungaggini da trattativa collettiva.

    Non c’era scelta, non potevo rinunciare ad un contratto a tempo indeterminato, considerato anche che sono state lasciate a casa donne con figli, mentre io sono single e senza bambini“. Una ‘disfatta’ che però ha visto il 98% dei lavoratori ‘contattati’ dire sì al contratto capestro, più o meno lo stesso contro cui lottava nella puntata di Annozero di cui in apertura abbiamo proposto un estratto. Sia ben chiaro, nessuna considerazione o giudizio nella scelta di Daniela: avremmo fatto anche noi lo stesso. La hostess con il cappio al collo ha mostrato di avere i piedi ben saldi a terra e ha scelto di non imbarcarsi in un’avventura (quella tv) dagli esiti, se possibile, più incerti della rinascita di Alitalia. In bocca al lupo.