GF9, il riscatto di Ferdi conquista 8 milioni di italiani

GF9, il riscatto di Ferdi conquista 8 milioni di italiani

La finalissima del Grande Fratello 9, che ha incoronato vincitore Ferdi Berisa, ha sfiorato gli otto miliuoni di telespettatori

    Sono stati poco meno di otto milioni i telespettatori, in media, che hanno seguito la finalissima del Grande Fratello 9 e hanno atteso il verdetto che ha proclamato Ferdi Berisa vincitore davanti a Marcello Torre Calabria, Cristina Del Basso e Gianluca Zito. Share medio del 36,14% impennatosi al 64,4% alla proclamazione. Il GF9 si conferma, così, l’edizione dei record.

    Non c’è stata storia nella serata Auditel appna trascorsa: il Grande Fratello 9 ha fatto da asso pigliatutto con i suoi 7.915.000 telespettatori, confermandosi una delle edizioni più viste nella storia, quasi decennale, del reality.
    Non ha demorso, comunque, RaiUno che con la replica, ‘condensata’ in film tv, di Per Una Notte D’Amore, titolo nato come miniserie e che nella sua seconda e ultima parte sconfisse la finale del GF8, ha raggiunto i 4.416.000 telespettatori, per uno share del 16,53%.
    Terzo classificato Independence Day, che su Italia1 – in replica- ha totalizzato 3.397.000 telespettatori per il 13,10% di share.

    Ma il vero record della stagione lo ha raggiunto Mai Dire Grande Fratello, trasferito qualche settimana fa da Italia1 a Canale 5 con grandissimo successo. Già nella prima puntata sull’ammiraglia Mediaset, la Gialappa’s ottenne uno share del 38,69%: ieri sera ha battuto ogni suo record, con il 45% di share (2.572.000 telespettatori) che sale nel target commerciale (15-64 anni) al 49,11%. Un successo che di certo verrà commentato nella puntata di Mai Dire Grande Fratello Show di questa sera.


    Più che soddisfatti gli autori del reality, non solo per gli ascolti, ma per l’andamento complessivo del programma che sembra aver superato il momento di difficoltà attraversato nelle ultime stagioni. Paolo Bassetti, capo della Endemol, si è detto stupito per primo degli ‘effetti’ che il GF ha avuto sui suoi partecipanti, venendone a propria volta premiato. Niente crisi, quindi, per un progetto capace di trasmettere i propri effetti positivi su un intero palinsesto, in termini di ascolti, e sulle piattaforme digitali.

    L’importante è che si capisca, lo ribadiamo, che alla svolta ‘sociale’ avviata da queste ultime stagioni dei reality nostrani – prima con la vittoria di Vladimir Luxuria all’Isola dei Famosi 6, poi con la partecipazione al GF9 di un ampio campionario di personaggi asempre più comuni nell’esperienza quotidiana (dal non vedente lavoratore e autoironico, alla lesbica ben poco trasgressiva, preceduta lo scorso anno dalla transessuale ‘casalinga’ Silvia, per arrivare alla serie infinita di infanzie difficili e senza un genitore) – e culminata con la vittoria di Ferdi, simbolo del riscatto possibile e ‘incruento’ ed esponente della numerosa categoria delle ‘persone normali’, segua l’adeguamento delle trasmissioni satellite. Non si può imbastire una nuova via al reality continuando a riempire i pomeriggi con gli aspetti più trash, come le corna o le docce sexy, della convivenza di un gruppo di sconosciuti che vogliono vincere 300.000 euro. La forza di Ferdi è quella di non essersi mai preso troppo sul serio: sarebbe bene che la tv prendesse un po’ esempio (anche) da lui.

    618

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI