GF8: la meritata vittoria di Mario, l’outsider che non conosceva il reality

GF8: la meritata vittoria di Mario, l’outsider che non conosceva il reality

Mario Ferretti ha vinto il Grande Fratello 8

    GF8: la meritata vittoria di Mario, l’outsider che non conosceva il reality

    Mario Ferretti, muratore umbro di 30 anni, padre separato di un bimbo di 6 (Gabriele), ha vinto l’ottava edizione del Grande Fratello, portandosi a casa 500.000 Euro con i quali potrà metter su il desiderato agriturismo a conduzione familiare. “‘A Gabriè, così risolvemo un sacco de rogne” ha commentato a caldo il serafico Mario, mai lasciatosi andare alla commozione ma rimasto col sorriso sulle labbra e l’incredulità negli occhi. Il finale ha riscattato un’edizione non proprio brillante che ha visto il pubblico sfidare, e vincere, la “datata” macchina autoriale. La finale non ha vinto la serata con 6.258.000 telespettatori e il 28,81% di share (31.79% di share sul target commerciale 15-64), contro gli 8.363.000 spettatori e 30,12% raggiunto dalla fiction di RaiUno, Per una notte d’amore.

    Prima del commento sulla puntata – cui seguirà nei prossimi giorni un’analisi dell’intera edizione – ricostruiamo la serata di ieri, ricca di sorprese e di ospiti che hanno accompagnato pubblico e finalisti al momento topico del verdetto finale.

    Partiamo dall’avvvento de I Cesaroni, o meglio di Claudio Amendola (Giulio), Antonello Fassari (Cesare) e Max Tortora (Ezio), capitati ‘casualmente’ in studio alla ricerca di un appartamento sfitto. Due i momenti salienti della loro partecipazione, l’ingresso in studio dalla complice Marcuzzi e l’ingresso nella Casa.

    Tra gli ospiti della serata anche Marco Liorni, tornato davanti alla porta rossa della Casa, tra le lodi e i ringrazamenti sperticati di Alessia, che non perde occasione per dirgli quanto le sia mancato, quanto sia stato fondamentale il suo ruolo negli anni etc. etc. E Liorni sfoggia un atteggiamento distaccato da special guest, ben diverso dall’immagine di “compagnello” d’avventura adottata negli anni scorsi. “Questi ragazzi non li conosco”, sembra giustificarsi Liorni, ma è un evidente segno di “superiorità” nei confronti di una trasmissione che non lo ha mai premiato come avrebbe voluto. Chissà che questo ritorno, come scrivevamo ieri, non sia il preludio ad una prossima conduzione, visto che già per questa edizione la Marcuzzi avrebbe volentieri lasciato il passo ad altri.

    Il resto della serata è proseguito con una serie di soprese per i finalisti, in un crescendo che ha visto per Teresa una proposta di matrimonio da parte del fidanzato Fabio.
    Il primo giro di sorprese è consistito una una serie di videomessaggi di incoraggiamento per i finalisti confezionati da familiari e amici, che hanno fatto da prologo al primo verdetto che da deciso il quarto posto del GF8, quello di GianFilippo Failla, che rivediamo uscire nel video in basso.

    Dopo l’uscita del gentleman del GF8 (eccezion fatta per quel “manolesta” con il quale ha epitetato Lina in seguito all’affaire Mercandalli) è partito un secondo giro di sorprese iniziato con uno strip per Teresa ad opera di Fabio, Mirko e Roberto. Per quest’ultimo lo strip non è stato certo una novità, vista la prestazione offerta nello studio di C’è Posta per Te-Speciale Grande Fratello di qualche settimana fa. Ma rivediamo la loro performance.

    Per sostenere Christine e farle una sorpresa entra nel loft Lina Carcuro, che cerca, con scarsi risultati, di tranquillizzare la bionda inglesina, ancora preoccupata per quello che l’aspetta fuori. Ecco il loro incontro.

    Uno dei momenti migliori è stato però l’ingresso di Silvia, fasciata in un lungo abito rosa che intona per Mario E se Domani: in mancanza del video vi rimandiamo alle foto pubblicate nella nostra blogcronaca di ieri.

    Il secondo televoto ha poi decretato la terza posizione, quella di Christine: in basso la sua uscita preceduta da un romantico incorntro sotto la pioggia con Francesco, giunto nel camping a salutarla con una rosa rossa.

    Per i due finalisti altre due iper sorprese: da una parte Teresa riceve in confessionale un anello di fidanzamento infilatole al dito dal ragazzo sbucato da un pacco dono nella sala bianca, per Mario un ballo sensuale con Anna Falchi, giunta in casa per fare l’in bocca al lupo al muratore umbro. Il tutto poi si è concluso con la proclamazione del vincitore, Mario Ferretti, che sarà il protagonista del best of del GF8 in onda la lunedì prossimo su Canale 5, La Nostra Avventura.

    Siamo giunti, quindi, al termine anche di questa edizione del Grande Fratello. Come più volte ripetuto, il finale di una storia dà senso alla storia stessa e mai tale assunto della narratologia ci sembra stato più adatto.
    Questo Grande Fratello 8 è partito male, per ascolti e per struttura.

    Riguardando i 92 giorni che hanno costituito questa edizione potremmo dire che il Grande Fratello 8 si è diviso narrativamente a metà: la svolta c’è stata con la vicenda Roberto/Lina, che ha dato un’impronta del tutto diversa alla seconda parte del programma. La liason tra il medico napoletano e il fedifrago cumenda milanese è stato l’elemento determinante che ha permesso poi a Teresa e a Mario di arrivare a contendersi, in solitudine, il montepremi finale.
    Se prima i riflettori erano accesi, con una certa compiacenza degli autori, sul dorato mondo di Roberto, GianFilippo, Christine e Lina - elemento più “borderline”, ma tendenzialmente affascinato dai loro modi di essere – la pessima figura di Roberto, il cui gioco da Latin Lover ha finito per disvelare una profonda immaturità nei rapporti con le donne e con il mondo circostante, ha fatto poi pendere la bilancia a favore dei più genuini, dei più schietti, dei più sinceri.
    Da qui il GF ha iniziato a contrapporre alla “scandalosa” coppia Lina/Roberto la più verace Francesco-Christine e la litigarella Mario-Teresa. Quando gli autori si sono accorti che la messa in onda del violento scontro tra Mario e Teresa non aveva portato i risultati sperati (ovvero il salvataggio di Roberto nel doppio televoto truffaldino che ha poi segnato la sua uscita) ha cambiato atteggiamento nei confronti dei due outsider, dal passato difficile e dal futuro incerto.
    Il pubblico, stanco dell’apparenza, da quel momento ha puntato in maniera sempre più massiccia verso la sostanza, decidendo poi la vittoria di Mario, presentatosi ai provini senza conoscere a fondo la trasmissione. Il suo atteggiamento disincantato, il suo essere fedele a se stesso (parolacce e scatti d’ira compresi) ma soprattutto il suo sguardo tra il timido e lo spavaldo lo ha premiato nei confronti di un pubblico stanco di vedere giochetti, prevaricazioni, sotterfugi, strategie peraltro di basso profilo che offendono la comune intelligenza. E così, sorprendendo gli autori, il pubblico ha preferito cacciare Lina per evitarsi puntata su puntate incentrate sui “confronti” (inutili e irritanti) con Roberto e ha eliminato Christine ieri sera. Purtroppo è rimasto, però, vittima del trappolone confezionato per Francesco, vittima di Christine e degli autori che hanno fatto di tutto per metterlo in cattiva luce prima di una eliminazione a sorpresa. Il motivo? Secondo noi portare avanti Christine ad ogni costo, ma nonostante gli sforzi gli autori non sono riusciti a farla vincere.
    Francesco è rimasto vittima di Christine così come GianFilippo è rimasto vittima di Roberto: solo l’uscita del cumenda ha permesso di farsi conoscere un po’ meglio, quando si è aperto al resto del gruppo con risultati insperati che lo hanno portato alla quarta posizione e gli hanno permesso di vincere anche contro Silvia, ormai fiaccata dagli attacchi al basso ventre del GF8. Dopo il suo incontro con Caesar, il suo magnifico ragazzo, e il lieto fine per la sua storia d’amore, riconosciuta finalmente anche dall’ostile suocera, il percorso emotivo-narrativo della ragazza si è concluso, decretendone l’uscita.

    Dicevamo che il GF8 ha in pratica raccolto due edizioni in una, nel senso che ha conosciuto un vero capovolgimento narrativo segnato dalla vicenda Carcuro-Mercandalli. Sul piano degli ascolti è successa più o meno la stessa cosa, con un leggero sfasamento in anticipo: a decretare il cambio di rotta la contrapposizione con XFactor che ha spinto il GF8 ha cercare la “formula evento“, prima con l’ospitata di Francesco Totti poi con quella di Maria De Filippi. Una mossa che da una parte ha dato l’impressione di una resa: dove non arriviamo noi ci pensano i personaggi. Da lì però gli ascolti sono saliti, culminando poi con la messa in piazza degli altarini di Roberto e Lina che covavano già da tempo tra gli aficionados di Mai Dire Grande Fratello.

    Considerando il vincitore, si potrebbe dire che questa sia stata l’edizione più anti-televisiva di tutte: Mario è entrato non per sfondare nella tv, né per la visibilità, ma per far soldi. Non ci sembra abbia vellità artistiche, ma esclusivamente economiche. Non ha fatto nulla per diventare un personaggio, contrariamente a molti altri di cui con molta probabilità non sntiremo più parlare. E di personaggi questa edizione ne ha regalati pochi, se non Silvia - e non per il suo passato, quanto per il suo cervello e il suo cuore – GianFilippo, Francesco (che ricorda il Bisciglia del GF7) e i due finalisti. Roberto ha bruciato il suo immenso potenziale in poche, ma reiterate e decisive mosse, gli altri sono passati senza colpo ferire.

    Del Grande Fratello 8 comunque torneremo a parlare, l’edizione, di fatto, non si è ancora conclusa. Aspettiamo con ansia l’affondo di Striscia la Notizia a Christine per via dell’ormai celebre schiaffo ricevuto da Al Bano qualche anno fa. In genere Striscia non molla la presa, attendiamo la consegna del Tapiro alla ragazza. A presto.

    2352

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI