GF 12, storie comuni e di disagio in quest’edizione all’insegna della normalità

GF 12, storie comuni e di disagio in quest’edizione all’insegna della normalità

La dodicesima edizione del Grande Fratello sarà all'insegna della normalità

    Photo Call ''Grande Fratello 12''


    Il Grande Fratello sarà all’insegna della normalità, già perché come hanno ripetuto oggi (la Marcuzzi, l’autore Palazzo e Bassetti della Endemol) alla presentazione del reality show questa è la caratteristica che “fedelizza il pubblico da casa“. Sarà dunque un’edizione all’insegna della normalità con ragazzi della porta accanto che rappresentano le realtà e i disagi dei giovani di oggi. Come hanno tenuto a precisare sia Alessia Marcuzzi che l’autore Andrea Palazzo: “I ragazzi di quest’anno sono senza rete ci hanno raccontato le loro poche speranze nel futuro, le loro poche certezze. Il loro desiderio è raccontare il loro disagio al pubblico“. Molti di loro sono studenti “cinici, disicantati, non pensano che il GF 12 cambierà le loro vite“. Sarà anche questa un’edizione lunga, ma né Bonelli, né il pool di autori si sbilanciano e non hanno affermato la durata del reality e dopo il record dello scorso anno (27 puntate e 183 giorni di permanenza nella Casa) temiamo per il futuro dei concorrenti.

    Al centro del reality show, dunque, le vite dei sedici concorrenti (numero destinato a crescere, visto che anche quest’edizione sarà una sorta di cantiere in perenne work in progress) “molti ragazzi hanno alle spalle famiglie sgangherate, padri assenti, ma tutti quanti partecipano per fare un’esperienza, non solo per cercare successo: ormai hanno imparato che il successo che dà il Grande Fratello può essere anche molto breve“, ha specificato Alessia Marcuzzi. La romana, madre della piccola Mia, ha ricordato alla platea di giornalisti l’appuntamento con Così fan tutte, la discussa serie tv comica che ha interpretato con Debora Villa. “Non mi sono stancata di condurre il Gf, è impossibile“. Quella che parte lunedì sarà la settima edizione per la presentatrice romana.

    Durante la conferenza stampa si è parlato anche della concorrenza agguerrita della Rai al GF12 (anche la Marcuzzi aveva accennato alla controprogrammazione), da lunedì ci sarà infatti un’accesa battaglia auditel fra il reality show e Fiorello e il suo “Più grande spettacolo dopo il week-end”, anche se non si è mai fatto espressamente il nome né dello show né del presentatore di Augusta, Paolo Bassetti, il presidente di Endemol Italia, casa produttrice del GF12, ha detto: “L’unica star del programma è Alessia Marcuzzi, non c’è nessun vip, evitiamo di fare raffronti con programmi contro o miniserie.

    Il nostro programma non ha grandi star ma persone normali e non può essere confrontato con uno che dura poche puntate e su cui si investono moltissime risorse“.

    Chiara anche la distinzione con i talent show, l’obiettivo del Grande Fratello non è infatti quello di cercare talenti, né quello di lanciare personaggi del mondo dello spettacolo, insomma la casa di Cinecittà non è un ufficio di collocamento. Andrea Palazzo, che coordina gli autori del reality show ha detto: “Il Grande Fratello accende e spegne la luce su alcune vite, ma non è un talent show: noi dobbiamo solo raccontare storie“. Si è parlato anche della mancata consegna del montepremi ad Andrea Cocco e del fatto che l’ultimo vincitore si sia lamentato della sua vita dopo il reality show, ha chiarito tutto il presidente di Endemol Bassetti: “Il montepremi si consegna dopo sei mesi dalla conclusione del reality e il Gf si è concluso ad aprile…

    643

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE