GF 10, Gabriele Belli a Pomeriggio Cinque

GF 10, Gabriele Belli a Pomeriggio Cinque

Gabriele Belli, ultimo eliminato del Grande Fratello 10, si racconta a Barbara D'Urso che non solo gli fa leggere la versione integrale della lettera della madre, letta in parte nella puntata di lunedì, ma confeziona intorno a lui una puntata sulle trans che si ribellano alla prostituzione

    Gabriele Belli, ultimo eliminato del Grande Fratello 10, si racconta a Barbara D’Urso che non solo gli fa leggere la versione integrale della lettera della madre, letta in parte nella puntata di lunedì, ma confeziona intorno a lui una puntata sulle trans che si ribellano alla prostituzione. La sensazione è quella di un antipatico sillogismo. In alto la prima parte del racconto di Gabriele Belli, con la versione integrale della lettera della mamma.

    Gabriele Belli, presentato come il trans del Grande Fratello 10, è stato eliminato ieri dal televoto del pubblico che gli ha preferito Mauro Marin. Una serata difficile quella di ieri per Gabriele, che poco prima del verdetto ha ricevuto una lettera della madre, letta però solo parzialmente in prima serata da Alessia Marcuzzi e che oggi pomeriggio, invece, Barbara D’Urso gli ha letto integralmente. Nella parte ‘inedita’ la mamma di Gabriele rivela alla figlia Elettra, per la prima volta, in quali circostanze è rimasta incinta di lei: come una specie di favola gli rivela di essere stata drogata e violentata.

    Dopo nove mesi è nata lei, Elettra. E forse tutto l’orgoglio di avere quattro figlie femmine deriva proprio da una sorta di odio per gli uomini: ma per Gabriele, ora trentottenne e consapevole della sua natura maschile fin dalla tenera età di tre anni, l’atteggiamento materno è quello di un rifiuto cieco. Del resto lui è cresciuto con una nonna alcolizzata, ma rigidissima nell’educazione, con la madre ha passato solo venti giorni in tutta la sua vita.

    Intorno al suo caso, poi, è stato costruita un’altra puntata sui trans, questa volta vista dal punto di vista di chi non vuole prostituirsi e vuole condurre una vita onesta. E il collegamento, onestamente, a noi stona.

    321