Get Your Money, nuova campagna mediatica della Sag

Get Your Money, nuova campagna mediatica della Sag

Secondo la Sag (e qui ci sarebbe anche da ridere) ci sarebbe il ‘dilemma’ di distribuire questi soldi perché – nella maggior parte dei casi – tutte queste celebrities non hanno fornito gli indirizzi corretti: “Alcuni assegni per i residuals sono di persone che non sono mai state o non sono più membri, o di gente che non sa che questi soldi gli spettano

da in Attualità, Screen Actors Guild
Ultimo aggiornamento:

    sag logo

    Cos’hanno in comune John Fitzgerald Kennedy e Nancy Reagan? Secondo l’ultima campagna mediatica della Sag, titolo “Get Your Money“, dovrebbero riscuotere parte dei 25 milioni di residuals non ‘reclamati’ che non sono stati dati a più di 66.000 persone.

    Oltre alla moglie di Reagan e a JFK, tra le 66.000 persone che hanno dei pagamenti in sospeso ci sarebbero anche Clark Gable, Alan Ladd, Freddie Prinze, Redd Foxx, Mick Jagger, Keith Richards, e Michael Dukakis.

    Secondo la Sag (e qui ci sarebbe anche da ridere) ci sarebbe il ‘dilemma’ di distribuire questi soldi perché – nella maggior parte dei casi – tutte queste celebrities non hanno fornito gli indirizzi corretti: “Alcuni assegni per i residuals sono di persone che non sono mai state o non sono più membri, o di gente che non sa che questi soldi gli spettano. Per questo, abbiamo deciso di fare questa campagna, così che tutti siano a conoscenza dei loro diritti.

    Get Your Money” è stata lanciata per ‘sistemare’ una causa sul come distribuire agli attori non solo i residuals, ma anche i milioni di dollari derivanti dalle tasse straniere: secondo Ken Osmond, infatti, la Sag ha ‘maneggiato’ questi fondi a sua discrezione, cosa che non poteva fare per ‘mancata autorità’.

    A parte il mettere in piedi quest’iniziativa, il sindacato degli attori non ha commentato la causa, limitandosi a dire che le royalties straniere sono “totalmente separate” dai 25 milioni di residuals non pagati.

    Da chiarire, inoltre, la ‘posizione’ di alcuni delle persone che dovrebbero richiedere questi residuals non reclamati: a parte il fatto che alcune di queste sono morte da anni, ci sono anche persone che con la Sag non hanno niente a che fare.

    “I presidenti John F. Kennedy e Lyndon Baines Johnson, spiega ad esempio Eric Hughes di Screenrights.net, non sono mai stati membri della Sag che appaiono nei lavori audio-visuali coperti dalla Sag, né sono stati ‘attori per una volta’”.

    392

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàScreen Actors Guild