Gerry Scotti tra Finalmente Una Favola e il Milionario sprint

Ancora superlavoro per Gerry Scotti, che il 25 novembre torna ad essere Gigi Mantelli improvvisamente in ristrettezze economiche alla vigilia di Natale

da , il

    Lo ripetiamo da giorni: Mediaset ha deciso di non perder più tempo e di recupare il gap con la Rai anticipando i propri programmi di punta. E’ così Finalmente Una Favola, la fiction natalizia tratta dalla sitcom Finalmente Soli, andrà in onda un mese prima di Natale, martedì 25 novembre, per recuperare qualcosa nel periodo di garanzia. Anche il preserale di Gerry Scotti cambia prima del 2009: dall’8 dicembre su Canale 5 una versione ‘sprint’ di Chi Vuol Essere Milionario.

    Di Finalmente Una Favola e del nuovo preserale di Gerry Scotti avevamo già anticipato qualcosa in precedenti articoli. Adesso entriamo un po’ più nel dettaglio in prossimità della messa in onda dello spin-off natalizio di Finalmente Soli, ovvero il film tv Finalmente una Favola, che andrà in onda martedì 25 novembre su Canale 5. E’ il secondo Finalmente… dell’autunno 2008, visto che lo scorso 28 ottobre è stato tramesso Finalmente a Casa con ascolti non proprio miracolosi (18,8% di share, 4.494.000 telespettatori) che però avevano ‘entusiasmato’ il direttore della fiction Mediaset, contento soprattutto dello sforzo sperimentativo del suo dipartimento. A parte che sul concetto di sperimentazione dovremmo prima o poi tornare (già allora dicemmo che uno spin-off non è proprio il massimo del coraggio), la coppia Gerry Scotti/Maria Amelia Monti sembra essere comunque una garanzia per i vertici di Canale 5.

    Nelle vesti dei coniugi Mantelli, i due affronteranno una nuova ‘situation comedy’ all’ombra dell’albero di Natale: trovatisi casualmente di fronte a una famiglia in ristrettezze economiche, i coniugi decidono di abbassare il proprio tenore di vita e provare a vivere con 1.200,00 Euro al mese con i quali cercheranno di far fronte al Natale. Una situazione che, meno ‘comicamente’ e meno ‘volontariamente’, riguarda moltissime famiglie italiane e che verrà trattata con delicatezza. “La trattiamo con garbo ma senza riderci troppo sopra, soprattutto perché coinvolge in modo più drammatico le nuove generazioni, meno attrezzate della nostra e di quelle precedenti a tirare la cinghia e più inclini a considerare normali le spese eccessive per il telefonino, i viaggi, per andare a rifarsi le tette o a trapiantarsi i capelli” dice Scotti. Ma non possiamo non notare che sarebbe già tanto se fossero davvero solo questi i problemi delle famiglie italiane alla vigilia di una tredicesima (quando c’è) già erosa dai debiti.

    In ogni caso il film tv andrà in onda con circa un mese di anticipo su quanto programmato in modo da far rientrare il programma nel periodo di garanzia autunnale e raccimolare qualche punto di share in una stagione opaca per il Biscione. “Questa scelta testimonia la fiducia della rete nella capacità di questo film di fronteggiare il grande pubblico televisivo di un vero martedì sera d’inverno con una concorrenza di tutto rispetto” dice Scotti, pronto a scontrarsi anche con la Champion’s League per verificare, insieme ai vertici Mediaset, la tenuta del progetto e della coppia. Se va bene, sono previste per il prossimo anno altre quattro puntate di 75′ di Finalmente Soli (o giù di lì) per poi approdare di nuovo alla serialità.

    Che a Gerry piaccia ‘recitare’ è indubbio, tanto da sperare un giorno di approdare al cinema: non vuole cinepanettoni, come confessa a Il Giornale, ma aspira a qualche proposta di rilievo. Rimpiange l’aver dovuto rinunciare a una proposta di Lina Wertmüller per una parte da protagonista, rimasta su carta per i numerosi impegni tv del conduttore, sogna un film con Francesco Nuti, se mai dovesse tornare dietro la macchina da presa.

    Nel frattempo Canale 5 non ha intenzione di rinunciare a lui per il preserale: nonostante Gerry sia in cerca di sostitute cui lasciare il testimone del pre-Tg con nuovi format da lui ideati (vedrebbe di buon occhio Federica Panicucci o Alessia Marcuzzi, troppo impegnate per iniziare subito), lo scettro per ora resta ancora saldo nelle sue mani. Due i progetti, che vedremo presto in tv. Dall’8 dicembre al 6 gennaio andrà in onda una versione speciale di Chi Vuol Essere Milionario: una versione più light, più veloce, senza aiuti dal pubblico, senza telefonate a casa, senza switch-off e con soli 15 secondi per dare la risposta: insomma senza esitazioni o aiuti dall’esterno, che finora hanno tenuto i concorrenti per ore su una domanda.

    Da metà gennaio, invece, Gerry tornerà nel preserale con un’edizione speciale di Passaparola che durerà due mesi per festeggiare il decennale del programma (già lo scorso anno ci furono delle puntate celebrative che fecero da test) e nel prime time del sabato con La Corrida. Il tempo libero sembra un’utopia.