Gerry Scotti: poche idee nuove in tv, fanno paura

intervista di gerry scotti su tv sorrisi e canzoni, rinnovo non certo con mediaset

da , il

    Rimanere in televisione o darsi al cinema? Firmare o no un nuovo contratto tv? Sono questi alcuni dubbi che attanagliano Gerry Scotti e che il bravo presentatore ha confessato in un’intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni.

    Questa settimana debutterà per la terza volta consecutiva a fianco di Michelle Hunziker per la nuova stagione di Paperissima (in onda venerdì alle 21.10 su Canale 5), ma per il futuro prossimo Gerry Scotti preferisce lasciare ogni porta aperta. Il conduttore di Chi vuol essere milionario sente il bisogno di cambiare, perciò prima di rinnovare qualsiasi contratto in televisione ci penserà su almeno cento volte. Non che non gli piaccia più continuare ad essere il re dei quiz o il mattatore della Corrida, ma fare sempre gli stessi programmi alla lunga può anche stancare, giustamente. Il suo contratto con Mediaset scadrà tra un anno e mezzo ma “su un possibile rinnovo – ha spiegato Gerry al settimanale diretto da Alfonso Signorini – ci sarà da ragionare”.

    Stando alle sue dichiarazioni il nodo della questione sarebbe proprio la necessità di trovare nuovi stimoli, ma si sa “rischio” non è esattamente il secondo nome dei dirigenti televisivi preoccupati sempre e solo dei dati Auditel. “Le idee nuove sono poche e tutti sono intimoriti – ha affermato Scotti – e di questi tempi è meglio per tutti andare sul sicuro. Stando seduto su uno sgabello a fare domande ai concorrenti garantisco un buon successo. Perché si dovrebbero complicare la vita?”.

    Il piccolo schermo dunque comincia a stargli stretto, e non è ovviamente una questione di mole fisica. Inoltre le possibilità di vederlo al cinema magari in un cinepanettone non sono remote. Pare infatti che il produttore De Laurentiis lo stia corteggiando per averlo in un suo prossimo film di natale, che nonostante da tanti anni ripetano sempre la stessa formula (a cambiare sono solo le bellone di turno a cui spetta mostrare le proprie grazie) sono ancora i più visti del periodo natalizio. Ma finché “ho un contratto tv che stabilisce cosa devo fare ogni singolo giorno, è dura”, ha precisato il simpatico conduttore.

    Tra un anno e mezzo sapremo come andrà a finire.