Gerry Scotti: ‘Finalmente soli si rifarà con Maria Amelia Monti. Penso anche a Sky o al Web’

Gerry Scotti: ‘Finalmente soli si rifarà con Maria Amelia Monti. Penso anche a Sky o al Web’

Gerry Scotti: Finalmente Soli con Maria Amelia Monti si rifarà

    A dieci anni dall’ultimo episodio, Finalmente soli si rifarà? Stando a quanto dichiara Gerry Scotti, nel cast della sit-com insieme all’attrice Maria Amelia Monti, sembra proprio di sì. Manca dagli schermi di Canale 5 dal 2004 e, di recente il conduttore di Caduta libera che interpreta-va il dentista Gigi nella fortunata serie comica, afferma in un’intervista di avere il sogno nel cassetto di riportarla in tv. Non necessariamente a Mediaset: si pensa infatti anche a Sky, ad un canale tematico o al vasto mondo della Rete, magari con episodi short per il Web.

    E’ questo, in sintesi, quanto dichiarato oggi 27 luglio 2015 da Gerry Scotti sulle pagine del quotidiano Avvenire, a circa dieci anni dall’ultimo episodio di Finalmente Soli: ‘Sogno di rifare la sit com Finalmente soli con Maria Amelia Monti. Se non me lo fanno fare, arriverò a produrmelo io con la mia Good Time Production. Sappiatelo: o sul web o su un canale tematico o su Sky, la farò, è una promessa’.

    Dopo la fine di Finalmente soli, la serie ha avuti alcuni film come spin-off, andati in onda negli anni successivi, con protagonista l’attuale giudice di Tu sì que vales, nel prime time della rete ammiraglia Mediaset: alle cinque stagioni prodotte da RTI, infatti, sono seguite le pellicole per la tv Finalmente Natale (2007), Finalmente mi sposo (2008) e Finalmente una favola (2008).

    E’ risaputo, infatti, che una delle passioni di Gerry Scotti è proprio la recitazione; ma anche quest’anno Canale 5 sembra non voler investire sul conduttore, ritenuto comunque indispensabile dietro al tabellone delle domande di Caduta libera o di Avanti un altro piuttosto che sul set.

    Un’assenza forse giustificata da quell’aria da ‘buono’ che nella fiction Mediaset (Squadra Antimafia, L’Onore e il rispetto o la futura Non è stato mio figlio, tanto per citare alcuni titolo) difficilmente si rintraccia nei personaggi sfornati nell’ultimo periodo. Bontà, quindi, o responsabilità verso il pubblico, dice il conduttore a proposito di contenuti televisivi:

    ‘La categoria televisiva dovrebbe un’etica professionale, ma mi sono reso conto che vale di più la tua etica personale. Altri hanno fatto scelte diverse dalle mie, ma a me recitare una parte da fastidio.

    Avendo sempre fatto tv commerciale ho scelto di non truffare mai il pubblico, di non proporre un prodotto che io mi porterei a casa facendo la spesa’. Questo non solo è vero, ma va anche riconosciuto su più livelli, aggiungiamo noi.

    A proposito di Tv, un po’ di tempo fa venne fuori la voce che volesse lasciare per sempre il piccolo schermo. Scotti sembra averci ripensato e non è per forza un male: ‘A 60 anni vorrei regalarmi una vita professionale diversa. Vorrei andare avanti e decidere quando finire io, professionalmente parlando’. Anche perché, ci tiene a ribadirlo poco prima rispondendo ad una domanda di Avvenire, ‘sono contento della tv generalista che alla faccia di tutti continua ad esserci. Se addirittura la tv a pagamento come Sky lotta per strapparci Italia’s got talent vuol dire che la tv generalista c’è, grazie a Dio’.

    607

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI