Gay, il nuovo tormentone della Sora Cesira (video)

Gay, il nuovo tormentone della Sora Cesira (video)

La Sora Cesira ritorna

da in Video, Web, YouTube
Ultimo aggiornamento:

    Ve l’avevamo preannunciato e adesso ve lo facciamo vedere. La Sora Cesira ha prodotto un altro dei suoi video: Gay, melodia in prestito dal musical A Chorus Line, e questa volta attacca il Vaticano, tutti gli omofobi e l’ipocrisia di certi politici. Il collettivo romano ha postato sul suo profilo YouTube il suo ultimo video, dopo aver dato in anteprima agli Sgommati di Sky Uno Dai, Nichi Vai!. La Sora Cesira da qualche tempo ha, infatti, iniziato a collaborare con il programma satirico di Sky. Dopo il salto il testo di Gay.

    Sulle note di One, il balletto finale del musical di culto A Chorus Line, la Sora Cesira parla del movimento gay. Il brano è preceduto dall’ultima dichiarazione di Silvio Berlusconi contro i matrimoni fra omosessuali e le coppie di fatto: “Nella famiglia crediamo, come quella che è costruita da un uomo e una donna. Finché noi governeremo questo Paese le unioni omosessuali non verranno equiparate alla famiglia tradizionali, non saranno mai possibili le adozioni per i singoli né per le coppie gay“. Ed ecco che parte il testo…

    Il primo verso della canzone riprende direttamente le parole del premier: “Gay, finché I will stay leader never never will sposate!” Ogni volta che viene nominata la parola gay nel testo, viene ripetuta automaticamente anche da Silvio Berlusconi.

    Ecco come prosegue: “Gay, finché I will stay in life all the rights I negate, nemmank in the più spertuted incivil place a premier can be like you, have the ass in the face“. Dopo arriva l’affondo a Berlusconi e altri politici italiani: “To akkiapp the Vaticane, fai the ipocerit, but you divorziat and pay the marchettes, are inviskiated with the zoccolettes, to racimole the votes of the bakketones, you port Italy to medioeve“. Ogni riferimento a cose o a persone è puramente casuale… per la Sora Cesira l’unica soluzione a tutta questa ipocrisia è “Better to be gay“.

    Ed ecco l’ultima strofa dell’ennesimo tormentone del collettivo di blogger romani: “Gay, all the italian people, pure mum and dad are gay. Gay, anke solo a little for the dispett we are gay. It’s more decorous to love one of the same sex than be a maial with women and change the lex“. E come se non fosse bastato… “Gay, pure mi nonna and pure my dog is gay, and sol for a moment gay I am, so mo’ give me your attention, and dai make the transformation… let’s be gay!!”. Gay viene dopo Dai, Nichi vai!, dedicata a Vendola, presentata in anteprima agli Sgommati, il programma con cui da tempo collabora.

    Come sempre la Sora Cesira si conferma, lasciatecelo dire, geniale! Come se i picchi e i milioni di visite della perla The Arcore’s Nights non fossero bastati a fare di lei (o di loro) un mito della rete. Vi rimandiamo al nostro post per vedere altre sue creazioni e non dimenticate che da qualche tempo la Sora nostra collabora con Gli Sgommati di Sky Uno. Non perdetevi nessuno dei suoi omaggi! Se qualcuno di voi volesse vedere l’originale canzone di A Chorus Line, vi proponiamo qua sotto il video e se no al prossimo tormentone!

    652

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN VideoWebYouTube