Gary Coleman, vendute le foto di lui morente. Lo sciacallo è l’ex moglie

Dopo la morte di Gary Coleman non c'è pace per l'ex moglie Shannon Price, dopo l'accusa di aver staccato la macchina troppo presto ci sarebbe dietro lei alle foto scattate di lui morto e averle poi vendute ad alcuni tabloid

da , il

    Neanche il tempo di recuperarsi dalla morte del marito Gary Coleman ed ecco che su Shannon Price, ex moglie della star di Il mio amico Arnold, cade un’accusa infamante: aver scattato e venduto le foto del compagno morente.

    Gli scatti, secondo il sito di TMZ, mostrano le immagini del 42enne attaccato a un respiratore e un altro in cui la macchina che lo teneva in vita è stata staccata. Le foto potrebbero quindi apparire in qualche tabloid o sito spregiudicato.

    Il sito TMZ, che tempo fa pubblicò le foto del volto di Rihanna tumefatto, ha deciso di non pubblicarle e neanche di acquistarle: “Abbiamo visto uno degli scatti e non abbiamo neanche voluto vedere il resto. In una Gary è in ospedale con gli occhi chiusi ed è attaccato a una macchina. Non è una vista piacevole“. Prontamente la giovane ex moglie ha iniziato a presenziare in numerosi talk show americani per difendersi da queste e altre accuse (come quella di aver staccato la spina troppo presto a Coleman). A Entertaiment Tonight ha detto: “Gary non voleva un funerale, non voleva questa visibilità. Non voleva che lo vedessero così. Come ho detto Gary è il mio principale interesse e farò quello che lui voleva“. Ha anche aggiunto che la coppia pensava di risposarsi poco prima della sua morte. I genitori di Coleman non potrebbero essere più in disaccordo, la madre è furiosa per le foto che sono state prima scattate e poi vendute del figlio morente. La donna si è detta “scioccata e furibonda“. Anche il manager del defunto attore era a conoscenza degli scatti: “Non so nulla di questa vendita, ma so che Shannon aveva le foto di lui morto“, ha detto l’agente dell’attore. L’agente di lei contrabbatte e dice che la sua assistita nega di aver voluto vendere le foto: “Shannon Price Coleman non ha lasciato a nessuna casa di produzione le foto di Gary sul letto di morte“, ha detto l’agente. Sì perché la “scappatoia” della Price è quella che a scattare e a vendere le foto sia stata una casa di produzione che si sta occupando di filmare un documentario sull’ex giovane star. Il testamento di Coleman è stato già depositato. Nel 1999 aveva lasciato scritto che voleva un funerale con le persone che lo amavano senza collegamenti finanziari con la serie che l’ha reso famoso e nessun media che aveva seguito i suoi guai legati al suo matrimonio, finanziari e giudiziari.