Game Of Thrones, la lotta per il trono di spade come una (finta) campagna elettorale [VIDEO]

Game Of Thrones, la lotta per il trono di spade come una (finta) campagna elettorale [VIDEO]

Se Game Of Thrones fosse una corsa politica, come si svolgerebbe? Il sito MotherJones ha sviluppato tre pubblicità politiche sulla falsa riga di quelle che un vero comitato di azione politica

da in Game of Thrones, HBO, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV Fantasy, Video
Ultimo aggiornamento:

    MOTHER OF DRAGONS

    Se Game Of Thrones fosse una corsa politica, come si svolgerebbe? Il sito MotherJones ha sviluppato tre pubblicità politiche sulla falsa riga di quelle che un vero comitato di azione politica (il comitato di sostegno elettorale di un candidato alla presidenza degli Stati Uniti d’America) commissionerebbe durante una campagna elettorale, laddove fosse necessario attacca un candidato avversario piuttosto che evidenziare le buone qualità di quello sostenuto.

    Dopo la testa mozzata di George Bush, si torna a parlare del binomio Game of Thrones e politica, stavolta, per fortuna, solo a livello di satira: partendo dal presupposto che in GoT ci sia più politica di quanto non sembri (il cuore dello show è profondamente politico, con alleanze fatte e disfatte, patti segreti, principi morali sacrificati sull’altare della convenienza), il sito MotherJones ha messo online tre clip di come potrebbe essere l’eventuale campagna elettorale di Game Of Thrones qualora, abbandonate le guerre, i pretendenti al trono di spade dovessero essere scelti tramite elezione.

    I prescelti sono Daenerys Targaryan, Joffrey Baratheon e Robb Stark, di cui vengono evidenziate tutte le debolezze, spesso con riferimenti all’attualità politica americana, ad esempio quando si chiede il certificato di nascita di Re Joffrey (un riferimento alle analoghe richieste per Obama), o si sottolinea che Daenarys è amica dei terroristi (i Dothraki, ndr) o quando si dice che gli Stark danno lavoro ad Osha, un immigrata irregolare. [Attenzione, i tre video e le descrizioni potrebbero contenere qualche spoiler]

    Daenerys Targaryen: Wrong For Dragons, Wrong For The Realm

    In questa pubblicità – che sarebbe rivolta ad un potenziale elettorato femminile – si sottolinea come Daenerys Targaryen sia sbagliata per i draghi e per il reame, perché non sa prendersi cura dei suoi figli/draghi, è figlia di un pazzo e amica/Regina dei terroristi Dothraki.

    Joffrey Baratheon: What a Bastard!

    Pessimamente recitato ma anche molto carino, il video prende di mira re Joffrey e le sue pretese di erede al trono chiedendo, come fatto da alcuni Repubblicani per Obama, di vedere il certificato di nascita che attesta la sua discendenza da Robert Baratheon e non da un incesto di Cersei e Jaime Lannister.

    Robb Stark: The Biggest Celebrity in The North

    Suo padre era un traditore, lui ha arrestato sua madre e non ha saputo difendere il suo castello, la sua ex tata è un’immigrata illegale!

    Game of Thrones tornerà con la sua terza stagione nell’aprile del 2013; i video qui sopra sono stati creati, sceneggiati e diretti da David Corn, Dan Schulman, Nick Baumann, Adam Serwer, Tim Murphy e Asawin Suebsaeng. La voce fuori campo è di Jason Williams, attori sono Jennifer Cutting, Patrick Plunkett e Stephen Winick.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Game of ThronesHBOSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV FantasyVideo
    ALTRE NOTIZIE