Game of Thrones Ascent, su Facebook il gioco (sociale) dei troni

Game of Thrones Ascent, arriva su Facebook il social game che immergerà i giocatori nelle storie del libro e della serie tv HBO

da , il

    game of thrones social game

    Se il gioco dei troni vi intriga e libri e serie tv non vi bastano, arriva per voi Game of Thrones Ascent, gioco sociale sviluppato dalla Disruptor Beam che, prendendo spunto dalla saga di George R.R. Martin e dalla serie tv HBO, permetterà agli utenti di facebook di calarsi nella vita di un nobile, che per difendere le sue terre e il suo titolo, dovrà tessere e disfare alleanze con altri giocatori durante la guerra dei cinque Re: breve è prevista l’uscita di una versione beta, per sapere quando e come si giocherà, potete diventare fan di Game of Thrones Ascent su facebook.

    Dopo A Game of Thrones: Genesis e A Game of Thrones: The RPG, il gioco di ruolo, Game of Thrones prende vita anche come social game, HBO e George R.R.Martin hanno dato il benestare e collaborano al progetto, realizzato dalla Disruptor Beam che lancerà una versione beta prima del lancio vero e proprio: il gioco si chiama Game of Thrones Ascent ed è ambientato nel mondo di Westeros, dove il giocatore vestirà i panni di un nobile che dovrà, tramite alleanze strette e disfatte con gli altri nobili/giocatori, difendere i propri territori e i suoi averi, ampliare le sue terre, aumentare la sua reputazione, partecipare alle battaglie.

    Un Game Of Thrones in versione gioco, insomma, che ricompensa la fanbase dello show che ha reso la saga di Martin un vero e proprio successo anche in tv (come ha spiegato James Costos, vicepresidente del settore Global Licensing di HBO), e tenta di catturare i 500 milioni di giocatori sociali portando loro il mondo di Westeros: ‘Tutti alla Disruptor Beam siamo grandi fan di Game Of Thrones ancora prima che cominciassimo a lavorare al gioco, per questo sappiamo quello che i fan si aspettano, conflitti tra i personaggi ed intrighi: Westeros è l’ambiente perfetto per portare la nostra visione del gioco, con decisioni ed interazioni sociali‘, spiega l’azienda sviluppatrice, mentre il succitato Costos spiega l’adesione di HBO al progetto come ‘un modo per dare ai nostri fan l’opportunità di approfondire il mondo di Westeros e di vivere storie di intrighi, sacrificio ed inganno ispirati dai racconti che amano‘.