Gabriel Garko ‘co-conduttore’ a Sanremo 2016: le critiche delle ex ‘spalle’

Gabriel Garko ‘co-conduttore’ a Sanremo 2016: le critiche delle ex ‘spalle’

I volti del Festival contro l'attore, che non sarà un 'super-valletto'

    Gabriel Garko al Festival di Sanremo 2016 non sarà un ‘super-valletto’ ma un co-conduttore, come ha tenuto a precisare lo stesso attore, ma la sua dichiarazione fa infuriare chi valletta lo è stata per davvero. Ricordiamo che Garko sarà sul palco del Festival insieme a Virginia Raffaele e Madalina Ghenea, la definizione di ‘valletto’ è arrivata subito dopo l’annuncio del conduttore Carlo Conti ed è stata immediatamente smentita dall’attore, bacchettato però da attrici e showgirl (da Sabrina Ferilli ad Alba Parietti, passando per Piero Chiambretti) che quel ruolo lo hanno ricoperto. Dopo le ironie degli utenti di Twitter (tra presunto uso di botulino, il fatto che Garko sia la valletta bionda e via dicendo) arrivano insomma le ‘stilettate’ delle colleghe.

    Gabriel Garko ha rivelato che ha scelto di partecipare a Sanremo 2016 perché si fida di Carlo Conti, ma se c’è una cosa che non gli piace dei giorni pre-Festival è la definizione di valletto: ‘Nessuno in Rai mi ha definito ‘valletto’. È stato detto da alcuni come una provocazione che non raccolgo. Poi, se dimostrerò di fare il valletto, avranno ragione. E se dimostrerò altro?‘, ha detto l’attore a TV, Sorrisi e Canzoni, venendo però immediatamente bacchettato dalle colleghe.

    Intervistate da Chi, attrici e showgirl hanno rivendicato il loro ruolo di valletta: tra le altre Sabrina Ferilli, sul palco dell’Ariston nel 1996 a fianco di Pippo Baudo: per l’attrice, Sanremo è una vetrina non un posto dove si recita Shakespeare, per questo consiglia al collega ilarità e goliardia per evitare di aver perso in partenza, considerato che si sale sul palco per annunciare i cantanti e poi si torna a casa.

    Durissima Alba Parietti, Festival 1992 accanto sempre a Baudo: per lei, Conti non ha bisogno di un co-conduttore e comunque Garko non ne sarebbe in grado, tanto che gli consiglia di parlare il meno possibile. Parole non diverse, anche se meno dure, da Elisabetta Canalis, Sanremo 2011 con Gianni Morandi: per l’ex velina, non solo ci sono state attrici che in passato hanno fatto la valletta, ma il ‘format’ del Festival prevede un conduttore e presenze che si alternano.

    A Garko, Canalis ricorda che essere all’Ariston è sempre un grande onore, dovrebbe prenderla sul ridere…. ‘Anche perché più si arrabbia e più lo chiameranno valletto‘. Consigli simili arrivano da Claudia Gerini, a fianco di Baudo nel 2003: al massimo Garko potrebbe essere uno showman, ma poi dovrebbe diventare una sorta di Fiorello, cantare, ballare e intrattenere.

    In realtà, contrariamente a quanto sostiene Canalis, due co-conduzioni di Sanremo ci sono state, con Piero Chiambretti ‘spalla’ di Mike Bongiorno nel 1997 e di Baudo nel 2008, tant’è che ‘Pierino’ si dice possibilista, perché se Garko parla di co-conduzione significa che ha ricevuto garanzie in tal senso, ma bisogna capire cosa si intende con questo termine. E Conti, che ne pensa? Per il conduttore e direttore artistico, a Sanremo c’è un conduttore, che porta avanti il programma e detta i ritmi, tiene la regia e il timone del programma, ma ci sono anche i presentatori che fanno i lanci e sono una sorta di conduttore in seconda: ‘Garko – conclude Conti – farà le cose che stiamo studiando per lui, così come Madalina e Virginia. L’importante è divertirsi per far divertire il pubblico‘.

    599

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI