Fringe, una serie sci-fi per J.J. Abrams e la Fox

Fringe, una serie sci-fi per J.J. Abrams e la Fox

La serie è incentrata su una giovane agente dell’FBI che si dovrà confrontare con inspiegabili fenomeni lavorando con uno scienziato

    jj abrams

    La Fox ha ordinato al creatore di Lost J.J. Abrams, Alex Kurtzman e Roberto Orci la sceneggiatura di “Fringe”, serie sci-fi che la Bad Robot di Adams produrrà con la Warner Bros. TV. Secondo quanto riporta l’Hollywood Reporter la serie, per il cui pilot lungo due ore sarebbero stati stanziati dieci milioni di dollari, è incentrato su una giovane agente dell’FBI (sebbene non ci siano ancora nomi per il cast, pare che il ruolo andrà a Kei Russel, che ha già lavorato con Abrams in Felicity) che si dovrà confrontare con inspiegabili fenomeni lavorando con uno scienziato.

    Secondo quanto dichiarato dagli addetti ai lavori, Fringe sarà una sorta di “successore” di X-Files (serie trasmessa proprio dalla Fox), e come X-Files avrà riferimenti a misteri e cose paranormali, ma sarà anche una sorta di ‘finestra’ sulle relazioni umane, tra l’agente, lo scienziato, e il figlio dello scienziato.

    “Molte delle storie delle serie tv sono collegate a persone che si trovano in situazioni straordinarie, ha detto Abrams, questo show è invece un misto tra ‘Stati di allucinazione‘, ‘Scanners‘, e tutti i libri di Michael Crichton/Robin Cook che trattano di medicina e scienza”. Le similitudini con X-Files non sono casuali: la serie con protagonisti gli agenti Fox Mulder e Dana Scully è andata in onda con successo per nove anni, prima di finire vittima del proprio successo, con ascolti buoni ma non adeguati agli alti costi di produzione: il network spera che Fringe, che tratta tematiche non troppo dissimili da X-Files, sappia catturare uno zoccolo duro di fan, in particolare quelli orfani della serie terminata cinque anni fa.

    344

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE