Fringe arriva in Italia, prima visione su Steel/Sci Fi (foto + video)

Fringe arriva in Italia, prima visione su Steel/Sci Fi (foto + video)

Esplorare la sottile linea che separa la realtà dal mondo dell’ignoto: è questa la 'mission' di Fringe, nuova serie trasmessa da ieri sera in prima visione assoluta in Italia da Steel / Sci Fi che continuerà la sua programmazione con un episodio trasmesso ogni sabato alle 21

    Esplorare la sottile linea che separa la realtà dal mondo dell’ignoto: è questa la ‘mission’ di Fringe, nuova serie tv trasmessa da ieri sera in prima visione assoluta in Italia da Steel / Sci Fi che continuerà la sua programmazione con un episodio trasmesso ogni sabato alle 21.00.

    Ci cospargiamo il capo di cenere per aver dimenticato di dare l’appuntamento con una delle serie sci fi più entusiasmanti della stagione americana attualmente in onda, e vi consigliamo di dare un’occhiata a questa nuova creatura di JJ Abrams: tutto comincia quando un volo internazionale atterra misteriosamente con passeggeri ed equipaggio morti; ad indagare sul caso sarà l’agente Olivia Dunham/Anna Torv, la quale presto dovrà comporre una squadra (formata da Walter Bishop/John Noble, un padre/scienziato pazzo rinchiuso in un centro di igiene mentale dopo aver lavorato per il governo, e Peter/Joshua Jackson, figlio geniale dello scienziato che potrebbe avere anche dei secondi fini) che indagherà appunto sulla fringe-science, ossia la scienza di confine.

    Telecinesi, biotecnologie, ed altre strane teorie più o meno “campate per aria” sono infatti alla base di questa nuova serie di JJ Abrams (assieme a Roberto Orci e Alex Kurtzman), che al suo esordio lo scorso settembre sulla Fox americana ha guadagnato 9 milioni di telespettatori: vista la particolare struttura di Fringe – che ricorda, almeno sulle prime, più Lost che Alias, ossia molte puntate autoconclusive e quasi tutti i misteri spiegati più o meno subito – vi diciamo subito che dovrete avere pazienza, perché se è vero che le prime puntate sono un po’ sottotono, presto vi innamorerete della serie come già successo con Lost.

    La decisione di creare una serie più semplice delle precedenti è arrivata dallo stess JJ, che parlando di Fringe ha spiegato come sarà “molto più facile da seguire” delle sue precedenti creazioni: come ha dichiarato al sito The Live Feed, “ho guardato un episodio di Alias e non ci ho capito niente, quindi ho deciso di semplificare le cose: i fan non dovranno avere la dedizione folle che altre serie richiedono, sappiamo dove conduce la storia e quale sarà la fine di Fringe“.

    La serie è rivolta soprattutto agli orfani di X Files: come ha rivelato JJ Abrams, “sarebbe stupido negare che la serie di Chris Carter non ci abbia influenzato: ci sono agenti dell’FBI, e strani fenomeni.

    Ma mi piace pensare che le similitudini finiscano qui, che non stiamo facendo un remake di X Files, ma che stiamo mischiando David Cronenberg a Michael Crichton”. “X Files, ha aggiunto il produttore Roberto Orci, è un’ispirazione, ma non il punto di partenza“.

    Se volete un consiglio, infine, tenete d’occhio il personaggio di John Noble: a parte la sua interpretazione del mattoide, che vale il prezzo del biglietto, secondo Orci, “c’è un più vasto mosaico da analizzare, ma il lavoro di Walter è parte di esso, non solo quello che lui ha fatto, ma anche quello che gli è stato rubato. La domanda è chi ha rubato il lavoro di Walter e perché, e se lo schema ha qualcosa a che fare con il lavoro da lui fatto”.

    Fringe – 1° Promo di SciFi (Steel)


    1° Promo Televisivo di Fringe


    Fringe Trailer Italiano


    Promo Trailer Fringe #3 italiano

    942

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI