Fringe al venerdì, per i produttori è “un’occasione”

Lo spostamento di Fringe al venerdì ha generato tra i fan il terrore che la serie possa essere cancellata, ma i produttori rassicurano: "Potremmo restare lì per anni"

da , il

    Lo spostamento di Fringe al venerdì ha generato tra i fan il terrore che la serie possa essere cancellata, ma sarà davvero così? Qualche settimana fa il presidente di FOX Kevin Reilly aveva spiegato che la mossa non era stata fatta per uccidere lo show, “Fringe ha una base leale, ma la metà di questa guarda lo show via dvr. Sarebbe un peccato se i telespettatori decidessero di non guardare lo show perché è stato spostato di una notte, spero scelgano di vedere Fringe live e di non registrarlo, e se anche facesse i risultati del giovedì, per noi sarebbe una grande vittoria”. Una considerazione condivisa anche dai produttori – ma attenti a leggere se non siete a pari con la programmazione…

    Dal 28 gennaio la terza stagione di Fringe andrà in onda il venerdì, sarà l’inizio della fine? Il presidente di Fox non lo pensa, né lo fanno i produttori Jeff Pinkner e J.H. Wyman, che anzi si dicono “eccitati. E’ un nuovo territorio da conquistare, crediamo che i nostri fan siano leali e che ci seguiranno, abbiamo l’opportunità di dimostrare che il venerdì notte è una grande opportunità e possiamo seguire lo stesso percorso fatto da X Files”, che per anni è andata in onda di venerdì.

    Al sito blastr.com, Pinkner ha spiegato che “quando la Fox ci ha informato (dello spostamento al venerdì, ndr), la cosa più importante per noi è stata capire che i fan avrebbero continuato a seguirci, non una tantum, ma come investimento per il futuro. Vogliamo dire ai nostri telespettatori (e sappiamo che i fan di Fringe sono molti di più di quelli di qualsiasi altro show in cui abbiamo lavorato) che la storia che abbiamo preparato per il futuro sarà raccontata, e penso che se sapremmo costruirci una solida base di fan anche al venerdì, potremmo restare lì per anni”.

    Per Wyman, il fatto che i fans registrassero lo show al giovedì era un segnale che non lo volevano al giovedì, una serata dedicata tradizionalmente al genere ‘rosa’ (declinato in varie forme) tra Bones, The Mentalist, Grey’s Anatomy e Private Practice. “In molti forum i fan chiedevano di spostare Fringe ad un’altra sera, la Fox li ha accontentati, e se ci ha messo al venerdì, questo è un avvertimento sul fatto che devi stare molto attento a cosa desideri. Ma Fox e Warner Bros (che produce la serie) sono contenti di questo spostamento, e noi siamo al 100% sicuri che funzionerà”.

    Una sicurezza che deriva anche dall’episodio Entrada (andato in onda giovedì scorso) e Marionette (in onda giovedì prossimo, ultimo prima della pausa), di cui Pinkner e Wyman dicono che “anche se fosse il primo episodio che guardate, capireste subito cosa succede, è un grande punto di inizio, Olivia è tornata a casa e dovrà affrontare le conseguenze, con tutto quello che si è persa, e con il fatto che Peter è stato con Bolivia. Faremo emergere queste verità e faremo i conti con le conseguenze di queste verità, l’anno scorso ci siamo concentrati sui segreti e quest’anno vedremo i risultati”. A prescindere che ciò avverrà di venerdì sera.