Fringe 5, ultimo episodio. Il finale della serie tv soddisfa o fa infurirare i fan?

Fringe 5, ultimo episodio. Il finale della serie tv soddisfa o fa infurirare i fan?

    Si è da pochissimo conclusa un’altra era, telefilmicamente parlando. Due giorni fa è infatti andato in onda in America il finale della serie tv Fringe 5, che ha definitivamente messo un punto alla storia creata dal genio di J.J. Abrams. E, come per l’altra creatura televisiva di quest’ultimo (leggasi Lost), i pareri in merito sono stati alquanto discordanti.

    E’ raro che il finale di una serie tv riesca a soddisfare tutti i suoi seguaci, specie quelli più accaniti e appassionati. Quando ci si affeziona tanto a un telefilm e ai suoi protagonisti, ci si scopre sempre più coinvolti dalle loro vicende, si analizza ogni minimo episodio, si fanno congetture e, inevitabilmente, si creano delle aspettative. Purtroppo, non sempre quelle aspettative vengono mantenute e la visione che viene creata dalla propria mente finisce col non combaciare con quella effettiva.

    In questo Lost e Fringe possono senz’altro essere paragonati, fermo restando che si tratta di due prodotti completamente diversi e che non ha senso fare confronti in proposito. Ma entrambe le serie tv sono riuscite ad agguantare un seguito fedelissimo, a scatenare dibattiti e voli di fantasia sul web, a creare un mondo intricato di relazioni e misteri. Ed entrambe hanno spaccato il proprio pubblico con l’ultimo episodio.

    Da un lato ci sono coloro che si sono emozionati e che hanno ritenuto la puntata la degna conclusione di un ciclo; dall’altro c’è chi ha gridato allo scandalo e alla presa in giro, per come sono finite le cose. Il popolo degli ‘arrabbiati’ lamenta una scarsa continuità del finale, e di tutta l’ultima stagione, con le annate precedenti. Si criticano i molti vuoti narrativi lasciati tali, gli interrogativi rimasti in sospeso e le spiegazioni non arrivate.

    Il popolo dei ‘soddisfatti’ è invece appagato dal finale che ha ricevuto, ritenendolo commovente ed emozionate. E in fin dei conti è sempre stato questo il punto di forza di Fringe. Al di là dell’impostazione fantascientifica, delle trame complesse e dei misteri da risolvere, il cuore della serie tv è sempre stato fortemente emotivo. E in questo il series finale non ha deluso, grazie anche alla straordinaria interpretazione degli attori, John Noble in primis.

    Se ci si aspettava di assistere a un’ora e mezza in cui venivano riallacciati tutti i fili di cinque stagioni e dato una risposta ad ogni singola domanda, ovviamente il disappunto è stato grande. Ma se ci si aspettava di vedere la conclusione delle vicende dei tre protagonisti e del loro percorso umano, allora forse il risultato è piaciuto e magari è scesa pure la lacrimuccia.

    Voi fan di Fringe in ascolto, cosa avete provato? Vi siete commossi o avete lanciato oggetti a caso contro lo schermo?

    462